Handicap Sport Varese a -16 dal via al campionato

0
1109

Cimberio Handicap Sport meno competitiva rispetto alla squadra delle ultime due stagioni, in particolare a quella di due anni fa che stupì tutti quanti collocandosi immediatamente alle spalle delle irraggiungibili Roma e Cantù e giunse sino alla finalissima di Challenge Cup? E’ possibile. Ma il presidente Carlo Marinello non vuole sentire parlare di obiettivi al ribasso, meno prestigiosi: “Purtroppo non navighiamo nell’oro, situazione del resto comune a tanti – spiega l’anima della H.S. Varese – ma questo non significa che non possiamo continuare a essere competitivi. Io sono convinto che anche quest’anno sia stata allestita una buona squadra: in fondo schieriamo due nazionali come Geninazzi e Roncari, oltre a Damiano che in azzurro potrebbe tranquillamente continuare a giocare, abbiamo due Under 22 come Nava e Segreto, poi un nazionale britannico (Gregg Warburton, nella foto) e un altro atleta inglese d’esperienza (Jack Gibbs), oltre ad altri giocatori come Marinello e Silva che sono con noi da anni, al senegalese Diouf e al nostro capitano Fiorentini. Non potremo vincere lo scudetto ma disputare un buon campionato sicuramente sì”.
Carlo Marinello legge le carte al prossimo torneo di serie A che scatterà il prossimo 22 ottobre: “Dopo il forte ridimensionamento di Roma – sostiene il presidente – saranno Cantù, Porto Torres e Giulianova a battersi per il titolo tricolore, perchè tutte quante si sono rafforzate. Ma dal quarto posto in poi vedo un grande equilibrio e anche la Cimberio, ne sono convinto, potrà dire la sua”.
Il presidente spiega la filosofia che ha dettato le linee guida della società nella scorsa estate: “Abbiamo compiuto scelte differenti rispetto al recente passato: puntiamo sui giovani con un progetto di medio-lunga durata, diciamo di almeno tre anni. Non è un caso che anche Gregg Warburton abbia solo 20 anni. Quindi parliamo di una squadra futuribile, ma nella quale magari già l’anno prossimo, qualora se ne ravvisasse la convenienza e ci fossero le possibilità economiche, potremmo inserire un giocatore importante per compiere un salto di qualità”.
Già, le possibilità economiche… “Purtroppo – sospira Marinello – ci manca l’”amico” che esiste, ad esempio, a Cantù e a Porto Torres, una persona che sostenga economicamente tutte le necessità del club. Noi abbiamo la Pallacanestro Varese con la quale è tornato il feeling dei primi anni di collaborazione, c’è la Cimberio alla quale teniamo moltissimo e a cui crediamo di piacere moltissimo, e c’è la ZMC Italia, azienda di Cavaria con la quale ormai da qualche anno esiste un bellissimo rapporto diretto, oltre ad altri sponsor sostenitori per noi non meno importanti; ma tutto questo non basta ancora per essere ai livelli, ad esempio, di Cantù”.
L’idea di un “consorzio di amici” potrebbe anche essere messa in cantiere: “Ci stiamo riflettendo”, rivela il presidente.
Intanto la Cimberio Handicap Sport è stata “promossa” sul fronte delle manifestazioni europee e nel mese di febbraio parteciperà al girone eliminatorio di Eurolega, la principale coppa continentale. “Rappresenta per noi un grande motivo d’orgoglio – sostiene Carlo Marinello – perchè siamo solo al terzo anno di partecipazione alle coppe europee ed è bello sentirsi così apprezzati dalla Federazione internazionale. Non potremo pretendere di essere tra le prime due classificate che si qualificheranno alla fase finale ma diremo sicuramente la nostra”.
Intanto sabato 15 e domenica 16 ottobre la Cimberio H.S. sarà a Bergamo per l’ultimo test precampionato; in campo con i varesini anche i padroni di casa bergamaschi, Padova e Gradisca.
Poi sabato 22 ottobre il debutto in campionato: a Varese, nella palestra del Campus dell’Insubria in via Monte Generoso, sarà di scena la ridimensionata ma sempre temibile Roma.
Comunicato HS Varese