Si, Varese è solidale!

0
616

Monelli della Motta e Gruppo Alpini Varese ce l’hanno fatta anche quest’anno. Inventarsi l’iniziativa “Aggiungi un pasto a tavola” e mettere sedute a tavola nelle prime due edizioni un totale di 1600 persone, pur con un fine benefico è già tanta roba ma ci si può riuscire. Portarne poco meno di 900 al terzo anno, in una serata più autunnale che primaverile e per di più senza il fattore “vetrina” pre elezioni comunali è una gran bella impresa che gratifica chi ci ha messo anima, braccia e tempo. Quest’anno il ricavato servirà per dare una mano all’obiettivo di sempre: sostenere la distribuzione di pasti caldi alle persone meno abbienti e disagiate, con una parte considerevole devoluta anche al progetto comune di Vharese, Polha Varese, Freerider Sport Events, Handicap Sport Cimberio Varese e Ciechi Sportivi Varesini dedicato alla promozione delle discipline sportive per persone con disabilità. Sacrosanto l’applauso rivolto a fine serata ai ragazzi dell’Enaip e del De Filippi impeccabili nel distribuire menù e bevande slalomeggiando tra i tavoli al riparo sotto il tendone allestito in Piazza San Vittore. Autorità, associazioni e gente comune hanno fatto squadra per vincere su difficoltà, solitudine e disagio, vincendo una bella partita. Una squadra che nel resto dell’anno si divide, per la stragrande maggioranza senza chiudersi, in tante squadre che giocano, ogni giorno, una partita con lo stesso obiettivo.
Tante squadre, una squadra: la Varese più bella.