Pararowing Gavirate senza nuvole!

0
797

Anche il sole non se l’è sentita di lasciare lo scenario fantastico del Lago di Varese sulla sponda di Gavirate nella tre giorni della Regata Internazionale di Pararowing e Master organizzata dalla Canottieri Gavirate del neo presidente Giorgio Ongania che con la sua rinnovata squadra ha superato a pieni voti il raddoppio del campo gara per adeguarsi alla nuova normativa della Federazione Internazionale che ha portato da 1000 a 2000 metri la distanza del Pararowing. Ottimo riscontro anche da parte di Svizzera, Uganda, Kenya, Belgio Tunisia e Nigeria che hanno partecipato al Camp Tecnico dedicato alle nazioni emergenti, coordinato da Paola Grizzetti, al pari degli equipaggi intellettivi relazionali in gara con atleti delle Canottieri Gavirate, Lario e Armida.
Senza sosta il servizio navetta al quale hanno collaborato anche i volontari dell’Unitalsi con quattro mezzi in continuo movimento per l’intera settimana da e per l’aeoroporto di Malpensa, gli hotel che hanno ospitato le squadre e il campo gara.
“Per tutto quello che abbiamo vissuto in questa settimana ma anche nei mesi precedenti dedicati all’organizzazione di ogni particolare dobbiamo un grazie a tanti amici – ha detto al termine delle premiazioni il presidente Ongania (nella foto a destra) – Nella mia prima volta da presidente ho avuto solo conferme in merito alle nostre potenzialità, sviluppate negli anni da un uomo come Giacarlo Pomati, ancora una volta rinforzate dal Comune, dalla Provincia e dalla Regione, dalla Federazione dal Liceo Sportivo Edith Stein, dalla Camera di Commercio con la Varese Sport Commission, dal Comitato Italiano Paralimpico, dagli amici dell’Hub Australia Sport e dalla Protezione Civile con l’Associazione Carabinieri in congedo di Cuvio, senza dimenticare il gruppo musicale dei Doubleface che ha animato il sabato sera sulla terrazza della nostra sede dove i commissari gara di mezzo mondo sono rimasti incantati da quanto lo scenario del nostro lago sa regalare. Giornate infinite e fantastiche frutto di mesi di lavoro intenso ricco di passione e dedizione”.
Con il rinnovo del vostro consiglio direttivo avete la necessità di rilanciare collaborazioni indispensabili a partire dalla Federazione.
“Con la Federazione Italiana Canottaggio come del resto con quella Internazionale ci siamo già parlati e le prospettive sono più che buone. La vicinanza del Comitato Regionale in questa settimana è stata molto evidente e concreta. Se siamo consapevoli delle nostre potenzialità siamo altrettanto convinti che da soli non potremmo far niente.
I complimenti ricevuti non devono diminuire la nostra attenzione per tutto ciò di migliorabile che ancora c’è. Ad esempio la possibilità per chi è in carrozzina e non solo di godere del terrazzo della nostra sede oggi purtroppo raggiungibile solo tramite una doppia rampa si scale. Fin dalla prima riunione del nuovo consiglio direttivo è emersa la volontà di tutti noi di crescere per meritarci sempre di più ciò che si racconta della Canottieri Gavirate nel mondo intero”. Risultati Gare