Sport e molto altro

0
400

Due giorni intensi come tutta la settimana e i mesi che li hanno preceduti.
I Campionati Italiani di sci nautico disabili hanno incoronato ancora una volta il Re Mida mondiale della disciplina Daniele Cassioli arrivato a 33 titoli tricolori in carriera vincendo la medaglia d’oro nelle quattro classifiche del programma: Figure, Slalom, Salto e combinata. Ma le buone notizie sono molte altre. Dalle conferme dei compagni in azzurro di Cassioli: Christian Lantalher, Pietro De Maria, Uber Riva e Sabrina Bassi ai continui progressi di Matteo Fanchini e dell’esordiente Alessia Refolo senza dimenticare il numero incredibile di bambini e ragazzi che hanno risposto e stanno rispondendo al tam tam di Cassioli per proporre lo sci nautico alle persone con ogni disabilità.
Il tutto “benedetto” da un totem dello sci nautico come Daniele D’Alberto.
A Recetto come in altre iniziative organizzate a Brescia e a Roma, decine di famiglie intere sono arrivate decise e determinate a combattere dubbi e paure che limitano figli potenzialmente portati alla pratica sportiva. Dubbi e paure che scompaiono informandosi, provando, chiedendo, parlando, scambiando esperienze, buttando fuori tutto ciò che resiste dentro quando ci si ritrova a convivere o vivere la disabilità. Dubbi e paure che lasciano ben presto il posto a emozioni e sorrisi. E di sorrisi Daniele Cassioli ne sta donando tanti, contagiando chiunque lo avvicina per chiedere informazioni, provare a sciare, proporgli un incontro o, com’è accaduto in occasione di AltaRoma, di sfilare in passerella.
Agonismo ad altissimo livello, promozione senza risparmio e…il lavoro senza il quale nessuno mangia anche se è cieco e campione del mondo di sci nautico.
Daniele Cassioli è questo e molto altro, con pregi e difetti, una persona straordinariamente normale, innamorato della vita e di una disciplina che regala solo grandi emozioni a chi la pratica. Niente guadagni, niente palcoscenico delle Paralimpiadi, tante spese, pochi spazi. Eppure il movimento degli aspiranti sta crescendo tanto quanto basta a mettere in difficoltà i pochi disposti ad accoglierli per iniziare il necessario apprendistato.
Principali ostacoli gli stessi di sempre: trasporti, costi e per i ciechi la guida.
Cassioli insegna: a lamentarsi si perdono tempo ed energie.
Volontà e passione abbattono ogni ostacolo.
I podi di Recetto
1° Christian Lanthaler – Slalom L (standing)
1° Pietro de Maria – Slalom e Figure MP3 (seated)
1° Sabrina Bassi – Slalom e Figure MP5 (seated)
1° Alessia Refolo – Slalom V1 (vision impaired)
1° Daniele Cassioli – Slalom, Figure, Salto e Combinata V1 (vision impaired)
2° Uber Riva – Slalom, Figure, Salto e Combinata V1 (vision impaired)
3° Matteo Fanchini – Slalom e Figure V1 (vision impaired)
La classifica All Skiers di Slalom (è una classifica assoluta) ha premiato:
1° Daniele Cassioli
2° Christian Lanthaler
3° Pietro De Maria
La classifica All Skiers di Figure (classifica assoluta):
1° Daniele Cassioli
2° Pietro De Maria
3° Sabrina Bassi
Info: Fisw