Bustese Milano City con Asbi

0
918

“Quello che presentiamo oggi con Asbi è il primo passo di ciò che intendiamo sviluppare con ‘Milano City per il Sociale’: lo sport come mezzo di sensibilizzazione, aggregazione e inclusione”.
Nelle parole di Stefano Amirante, Direttore Generale della Bustese Milano City, la novità tra le tante novità che stanno caratterizzando i primi mesi del progetto della squadra granata protagonista nel girone B del campionato di calcio di serie D. Asbi è l’associazione nazionale attiva con progetti, iniziative ed eventi dedicati alla patologia della spina bifida o mielomeningocele. Alla presentazione della Bustese Milano City in Piazza Lombardia a Busto Garolfo è intervenuta la presidente Cristina Dieci insieme a Marco Zuccollo, presidente dell’Associazione Spina Bifida e Idrocefalo Niguarda. Due realtà che insieme alle altre presenti sull’intero territorio nazionale condividono convegni, camp estivi e invernali mirati all’autonomia, all’informazione e all’avvicinamento alla pratica sportiva.
“Vedere il nostro logo sulla maglia di una squadra è davvero un bel segnale – dice Cristina Dieci – Racchiude tutto ciò che tante famiglie e tanti volontari vogliono e sempre più vorrebbero in tema di attenzione per la spina bifida: fare squadra. Un impegno che deve andare oltre le sigle delle singole associazioni mettendo al centro il bene comune. Valore aggiunto dell’opportunità che ci ha offerto la Bustese Milano City è la filosofia illustrata dal dott. Amirante fondata sulla ricerca del dialogo con il mondo del sociale locale e nazionale senza dimenticare gli Oratori”.
Una squadra che riparte per una grande avventura, una maglia ricca di significati, uno stimolo in più per Asbi di comunicare, una porta aperta per ogni altra realtà del sociale con la volontà di farsi conoscere.
Nel campionato di serie D c’è spazio per l’attenzione per gli altri di serie A.