La vita “con” della campionessa d’Italia Margherita Borsoi

0
2918

L’educazione alla vita salta ogni altra pseudo educazione di settore.
Quando Maristella e Claudio hanno visto nascere la primogenita Margherita,
in loro  c’era la gioia di ogni altri papà e mamma nel vedere una nuova vita entrare nella loro vita. Una gioia subito colpita dal dispiacere di vedere una bambina senza un braccio. Le nuvole nere nel cielo di Falzè di Piave non sono mancate. Neanche le lacrime. Ma crescendo, Margherita ha fatto crescere anche i suoi genitori con i quali ha voluto e saputo ricolorare d’azzurro il cielo, coprendo sempre più la parola “senza”. Margherita era nata una bambina senza, diventata una sorella maggiore con, una studentessa con, un atleta con. Con educazione, con attenzione per gli altri, con impegno, con passione, con cuore, con voglia di vivere e condividere.
Non un’eroina, non un esempio, semplicemente una bambina per la quale i suoi genitori sognavano e poi hanno voluto una vita normale.
Una famiglia straordinaria perchè semplice. Oggi Margherita Borsoi frequenta la prima media, è una delle colleghe di Bebe Vio tra i testimonial dell’Associazione art4sport che promuove lo sport per bambini amputati, si racconta nelle scuole, studia e suona il piano, è un’atleta dell’Accademia Taekwondo Treviso, è cintura verde e…Campionessa d’Italia, con un diploma nella sua mano destra, con una medaglia d’oro nel suo braccio sinistro.