Freerider Sport Events in Val di Luce: 12 anni di monosci in autonomia

0
1407

Il tempo non ha dato una mano alla seconda tappa dello Ski Tour Freerider Sport Events 2018 ma i protagonisti in monosci ha dato una mano al sole illuminando la splendida Val di Luce imparando e perfezionando la tecnica che permette alle persone con disabilità di sciare in autonomia. Padrone di casa e fedele partner della Freerider, il Gruppo Sportivo Unità Spinale Firenze ha portato sulla neve 16 sciatori più e meno esperti, 6 dei quali per la prima volta alle prese con guscio e stabilizzatori.
Un appuntamento arrivato al 12° anno grazie ad un lavoro di squadra che fa dell’Abetone una delle rare stazioni sciistiche in Italia dove una persona con disabilità può trovare attrezzature, strutture e personale specifico per imparare a sciare.
“Quello con la Freerider è un appuntamento fisso, orgoglio per noi e per l’intera Toscana – dice il direttore della Val di Luce Andrea Formento (foto a destra) – Questa tre giorni è sempre più diventata una opportunità importante per tanti giovani di imparare a sciare da seduti in una struttura accessibile dove grazie al contributo della Regione e del Comune dell’Abetone insieme all’attività del Gruppo Sportivo Unità Spinale di Firenze accoglie in maniera ideale chi arriva in Val di Luce. Importante l’annuale tappa dello Ski Tour com’è importante rivedere nel resto dell’anno queste e altre persone tornare da noi per sciare in autonomia”.
In Italia siete stati i primi a far si che una persona con disabilità possa prenotare la sua presenza sulla neve trovando al suo arrivo tutto ciò che serve umanamente e materialmente.
“E’ il frutto di un progetto iniziato dodici anni fa, proprio con la presenza della Freerider, arrivato oggi a numeri importanti ma come dicevo anche a molto altro.
A partire da quanto questa presenza ha portato sui nostri impianti in termini di civiltà, umanità e naturalmente di sano divertimento. Valori aggiunti onore per tutti noi e per la nostra Regione”.
Salutato l’Appennino tosco-emiliano, la prima tappa è stata quella di Sestola, la carovana d’arancio vestita si sposterà in Abruzzo dove dal 29 gennaio al 4 marzo sulla neve di Roccaraso sono in programma altre due tappe. La terza, coordinata dall’Associazione Sci Handicap Abruzzo e la quarta che consiste nel secondo appuntamento della stagione con lo Snow Camp dell’Associazione Spina Bifida Italia. Due appuntamenti in un’unica settimana a Roccaraso già sold out come del resto ormai gran parte del calendario 2018 che proseguirà dal 23 al 25 febbraio con l’evento internazionale a Folgaria, il Cimberio test event dal 9 all’11 marzo ad Alagna, la tappa di Madesimo dal 16 al 18 marzo, la Teleflex Winter Cup dal 23 al 25 marzo a Bormio ed il il tradizionale gran finale, dal 6 al 8 aprile a Madonna di Campiglio. Info: freeridersportevents.it
Video: La vita è aria in faccia