Anche Induno Olona avrà il suo parco giochi inclusivo

0
1333

E’ successo a Malnate contagiando molti altri Comuni della provincia di Varese e dell’Italia intera.
Entro fine anno anche a Induno Olona cominceranno i lavori per un parco giochi inclusivo. L’idea è ancora una volta seminata da Valentino Statella e Davide Gardon che nel 2014 fecero squadra con Emanuela Solimeno, Maristella Schiavulli e il Comune di Malnate arrivando in pochi mesi a trasformare una piazza nel centro del paese in un parco giochi senza barriere, architettoniche e culturali. Oggi l’idea sta germogliando non molto distante con l’incontro tra Gardon e Statella di Gymnic Club e dell’Associazione LifeAbility con il sindaco di Induno Olona Marco Cavallin.
Sul tavolo l’idea è già diventata un progetto da realizzare nell’area in riqualificazione della stazione ferroviaria con un polmone verde con l’attenzione per il liberty che lo costeggia. Un’idea già diventata un concreto impegno per reperire i fondi necessari consistenti in circa 60.000€. Sulla carta, oltre al progetto, anche il proposito di rivolgersi alle realtà sportive e sociali della Valceresio e non solo per condividere l’obiettivo con iniziative e manifestazioni a sostegno, coinvolgendo anche le aziende e gli esercizi commerciali del territorio. Buona base di partenza l’esperienza dei promotori e la volontà del Comune di Induno di dare il via ai lavori entro la fine dell’anno. Primo step del Progetto Parco Giochi Inclusivo di Induno Olona una serata informativa in programma in settembre, nella settimana della Festa di San Bernardino.
La Varese più bella non si ferma mai, non delude mai. 

Leggi anche
Un parco giochi per tutti a Malnate
Malnate vuole il suo parco giochi per tutti