La “Decima” di “Morosoccer” all’occhiello della Varese più bella

0
853

La Varese più bella non tradisce mai. Qualsiasi difficoltà la Varese più bella la spazza via facendo squadra, pensando e realizzando iniziative, attività, eventi, per non spegnere un attimo l’attenzione per gli altri.
Nella Varese più bella è nato e cresciuto “Morosoccer” quest’anno messo a dura prova da un mete…”commosso” anche troppo nel vedere passione e inclusione cosi ben rappresentata. Il sorriso degli organizzatori fa il paio con quello di chi beneficerà del ricavato ottenuto grazie a chi c’è stato o ha in qualche modo partecipato.

“È andata anche questa decima edizione di Morosoccer – scrive Tommaso Guidotti dello staff organizzativo – Il torneo è nato piccolo piccolo, e piano piano sta diventando un appuntamento “tradizionale” per la comunità di Morosolo, ma non solo. Sono passati in tantissimi a salutarci, a mangiare, a giocare o solo a guardare qualche partita.
Tutto nonostante un clima pessimo oltre ogni più nera previsione. Peccato, ma su quello non possiamo davvero farci nulla se non provare ad allestire spazi coperti dove possibile. Ci abbiamo provato e speriamo almeno in parte di esserci riusciti. Grazie alla lotteria e ai premi in palio siamo riusciti a dare a Il Millepiedi 5500 euro, raccolti grazie alla vendita dei biglietti. A questo ottimo risultato si aggiungono le donazioni per il Vharese (proventi del burraco), 400 euro che saranno utili per coprire le spese delle squadre della società sportiva di Anna Sculli.
Noi ci siamo divertiti, abbiamo fatto una faticaccia a star dietro alle piogge torrenziali e al fango, ma l’abbiamo portata a casa. Tutto ciò, non sarebbe stato possibile senza il vostro aiuto: chi ha dato una mano prima, durante e dopo il torneo, chi ci ha permesso ancora una volta di usare gli spazi dell’oratorio, chi ha messo in palio i premi, chi ha aiutato con derrate alimentari e sconti sugli acquisti di merce e cibo.
Grazie di cuore a tutti!”