“Wheellchair School”: porte aperte per muoversi in autonomia

0
611

Da lunedì operativa, da metà novembre ufficialmente aperta. Nella Varese più bella apre le porte “Wheelchair School”, uno spazio dove chi si ritrova a dover vivere in carrozzina può ripartire affrontando gli ostacoli che può incontrare nella vita di tutti giorni.
Padrone di casa l’Associazione LifeAbility, in collaborazione con l’Associazione Sportiva Gymnic Club e Bambù srl con il patrocinio della Federazione Italiana Pesistica.

“L’idea mi è montata negli anni vedendo tanti giovani che come me sono usciti ed escono dall’unità spinale non ancora pronti ad affrontare tutto ciò che comporta il dover muoversi in carrozzina – dice Valentino Statella, presidente di LifeAbility, vice presidente del Cip Lombardia e atleta e coordinatore regionale della Fipe – L’input definitivo è arrivato pochi mesi fa quando trascorrendo la pausa pranzo con un ragazzo in carrozzina che seguo in palestra ho visto con quanta difficoltà si muoveva pur in un ambiente senza barriere o di fronte anche solo ad un gradino di pochi centimetri”.

Valentino ha 44 anni, in carrozzina da 21. Per te la dimissione dall’unità spinale com’è stata?

“Esattamente quella che ho appena detto di quel ragazzo con la differenza che io ho dovuto cavarmela da solo mentre oggi molte cose sono cambiate, in primis cultura e strutture, ma evidentemente qualche vuoto rimane. Ma oltre ad insegnare a come muoversi in maniera ottimale vogliamo che la nostra palestra diventi una sorta di collettore informativo, d’avviamento allo sport, di desideri, indicazioni e ambizioni per ogni persona con disabilità che ha la volontà di avvicinarsi per divertimento o agonismo alle discipline paralimpiche”.

Hai toccato il tasto “volontà”

“Ogni persona con disabilità neuromotoria può e deve voler vivere la sua vita fino in fondo e senza alibi – prosegue Statella – Non dobbiamo adeguarci alla nostra condizione al contrario, dobbiamo necessariamente viverla sfruttando ogni nostra potenzialità residua. Non dobbiamo vivere la nostra vita chiedendo che il mondo si adegui a noi, siamo noi che dobbiamo vivere il tanto che sempre più il mondo offre nel rispetto non dei diritti del disabile ma dei diritti e dei doveri della persona”.

Info: Wheelchair School, Ss Briantea 1, Vedano Olona
Segretria: 0332 861974 – 339 3273616 – 371 0012879