Para ice hockey nuova stagione: Lombardia prime vittorie ma il pensiero è al “Ciaz”

0
486

Troppo poco il tempo dal saluto al “Ciaz” nel giugno scorso, sconfitto da una grave malattia, per non contagiare di malinconia l’inizio della stagione 2018/2019 di ice para hockey, l’hockey su ghiaccio giocato da paraplegici e amputati di arti inferiori.

Il “Ciaz” era Andrea Chiarotti, primo coordinatore nel 2003 dell’idea di formare una squadra nazionale di sledge hockey, l’attuale para ice hockey, in vista della paralimpiadi invernali di Torino dove l’Italia era qualificata d’ufficio come spetta di diritto ad ogni Paese organizzatore. Ma la voglia di Andrea non era quella di guidare la squadra dalla panca.
Lui era una promessa dell’hockey. A 16 anni aveva fatto il suo esordio in serie nel Torre Pellice ma otto anni più tardi un incidente in moto gli causò l’amputazione della gamba e della carriera di giocatore. Intravedendo la possibilità di ricominciare Andrea diventò da subito il capitano della squadra Tori Seduti Piemonte e della Nazionale che iniziò a scrivere la storia dell’ice para hockey italiano con la pagina più bella del titolo europeo del 2011.
Nel fine settimana, la prima giornata di campionato era programmata al Palaghiaccio di Varese con il Piemonte ospite dell’Armata Brancaleone Lombardia targata Polha.
Strano non vedere il sorriso di Andrea avvolto nella maglia giallo blù.
Strano vedere in numero così limitato, 6 giocatori, i Tori Seduti quattro volte campioni d’Italia.
Strano non ritrovare tra i Tori Seduti anche altre due colonne come Gregory Leperdi e Valerio Corvino, di un movimento arrivato nel 2011 al titolo di campione d’Europa, arrivati entrambi alla decisione di lasciare l’attività.
Nella seconda delle prime due partite della nuova stagione una parziale mancanza c’è stata anche nell’Armata Brancaleone che ha regalato un bonus al suo Capitano Roberto Radice per favorire il suo apprendistato di neo papà. Assenza che si è aggiunta a quella di Stefano Sola per motivi famigliari e del convalescente veterano Bruno Balossetti.

L’Armata Brancaleone ha vinto entrambe la partite chiudendo 7 a 0 la prima e 7 a 1 la seconda, con Sandro Kalegaris autore di 12 tra reti e assist dei bianco verdi.
Il prossimo doppio appuntamento è in programma sabato 27 e domenica al Palaghiaccio di Torino per l’andata e ritorno di Piemonte-Alto Adige Sud Tirolo.
1° turno 20/21 ottobre Palaghiaccio Varese: Lombardia- Piemonte (7-0, 7-1)
2° turno 27/28 ottobre Palaghiaccio Tazzoli Torino: Piemonte-Alto Adige
3° turno 10/11 novembre Wurth Arena Egna: Alto Adige-Lombardia
4° turno 24/25 novembre Wurth Arena Egna: Alto Adige-Piemonte
5° turno 15 dicembre Palaghiaccio Torre Pellice e 16 dicembre Palghiaccio Tazzoli Torino: Piemonte-Lombardia
6° turno 16/17 gennaio Palaghiaccio Varese: Lombardia-Alto Adige