Handicap Sport Cimberio sbanda, Santa Lucia vince

0
181

Cimberio Handicap Sport Varese – Santa Lucia Roma 55-59
(18-13, 26-36, 40-46)
HS Cimberio: Damiano 2, Silva 12, Binda 20, De Barros 15, Diene 2, Nava, Alvarez, Sharma, Segreto 4. N.e. Fiorentini e Pedron.
All. F. Bottini.
Santa Lucia Roma: Pennino 4, Stupenengo 11, Cavagnini 19, Beltrame 2, Fares 11, Sanna Alì 4, Torquati, Milos 8. N.e. De Sousa Lobo Levy, Colazingari, Chakir. All. F. Castellucci.
Note – Tiri liberi: Cimberio 4 su 8, Santa Lucia 3 su 6

Sconfitta con enorme rammarico per la Cimberio Handicap Sport Varese al cospetto della Santa Lucia Roma. Ai varesini costa cara una sbandata accusata nella seconda metà del secondo quarto di gioco, dopo uno splendido avvio di partita, un totale black out che dura meno di cinque minuti (26-21 al 15′ il punteggio a favore della formazione di Fabio Bottini) e che viene scontato con un parziale di 0-15 che manda al riposo le due squadre con un netto divario a favore degli ospiti romani (26-36).

Il parziale si allarga ulteriormente alla ripresa del gioco, quando la Santa Lucia tocca il massimo vantaggio (26-38 al 22′). Ma, a questo punto, la Cimberio ha una piccola reazione, con un bellissimo contropiede condotto da Silva e Binda, che la riavvicina un poco agli avversari: 30-38 al 23′. E’ il segnale che serve ai varesini, che comprendono di non essere fuori dalla gara e che cominciano pian piano a rosicchiare il vantaggio a Cavagnini (sempre fondamentale: alla fine per lui 19 punti con 9/12 al tiro e 17 rimbalzi) e compagni.

Segreto segna due canestri frontali fondamentali per il 40-44 al 30′ (prima che Stupenengo segni i due punti che fissano il punteggio sul 40-46 all’ultimo intervallo) e per il 46-48 al 34′ ed è infine Barros a siglare il canestro della niuova parità (48-48 a 35′). Roma però non ci sta, Cavagnini e Stupenengo segnano subito il 4-0 che rilancia gli ospiti ma Varese non molla ed è sempre lì: 55-59 all’inizio dell’ultimo minuto. E’ un fallo, che nessuno vede, fischiato a Silva a 59” dalla fine a far svanire le possibilità di una nuova clamorosa rimonta della Cimberio, poi Barros fa 0/2 dalla lunetta a 34” dalla conclusione ed è praticamente il segnale di resa di Damiano & C. dopo una gara disputata sostanzialmente alla pari, se non meglio dei romani, per 35 minuti.

Giusto l’elogio per tutti i varesini (ancora privi di Roncari e con il nuovo arrivato Alvarez pochissimo impegnato). Binda a tratti “invasato” (9/19 al tiro e 11 rimbalzi, l’unico in campo per 40′), Silva sempre sicuro (5/13, 8 rimbalzi e 5 assist), Diene roccia sotto canestro (solo 1/7 al tiro ma 14 rimbalzi), Damiano solito metronomo (3 assist), de Barros da incorniciare (7/13 e 6 assist), senza scordare i due canestri di Segreto (2/3) decisivi per il riaggancio a quota 48.

Il calendario ora è nemico della Cimberio H.S, attesa sabato prossimo dalla trasferta sul campo del Santo Stefano, seconda forza del campionato, e poi dalla sfida casalinga con l’imbattibile UnipolSai Cantù; ma questa partita con la Santa Lucia, a dispetto dell’esito finale, lascia molto ben sperare…

I RISULTATI (2a giornata di andata)
Cimberio H.S. Varese – Santa Lucia Roma 55-59
Special Sport Bergamo – Key Estate Porto Torres 74-76
Banco Sardegna Sassari – Amicacci Giulianova 34-85
UnipolSai Briantea 84 Cantù – S.Stefano P.P. Picena 60-56.
LA CLASSIFICA: Amicacci Giulianova, UnipolSai Briantea 84 Cantù e Key Estate Porto Torres punti 4; S.Stefano P.P. Picena e Santa Lucia Roma 2; Cimberio H.S. Varese, Special Sport Bergamo e Banco Sardegna Sassari 0.
IL PROSSIMO TURNO (sabato 24 novembre)
Key Estate P.Torres – Amicacci Giulianova (mercoledì 21/11 ore 15)
Santa Lucia Roma – Special Sport Bergamo (ore 17)
S.Stefano P.P. Picena – Cimberio H.S. Varese (ore 17)
Banco di Sardegna Sassari – UnipolSai Cantù (ore 18).