Basket in carrozzina: l’HS Cimberio Varese si inchina alla Briantea Cantù

0
129

Cimberio Handicap Sport Varese – UnipolSai Briantea 84 Cantù 51-64
(18-18, 24-32, 35-42)
CIMBERIO: Damiano 5, Barros 7, Bionda 9, Silva 28, Diene 2, Segreto, Nava, Sharma. N.e. Pedron, Gonzales Alvarez. All. Fabio Bottini.
UNIPOLSAI: De Maggi 12, Santarelli 6, Geninazzi 2, Papi 25, Carossino 17, Morato, Perez, Sagar 2. All. Marco Bergna.
Note – Tiri liberi: Cimberio 10 su 15, UnipolSai 6 su 8. Nessuno uscito per 5 falli.

La Cimberio Handicap Sport esce sconfitta dal confronto con i campioni d’Italia della UnipolSai Cantù ma lo fa a testa altissima, dopo una prestazione che sarebbe stato difficile immaginare prima della gara.

Merito soprattutto di un gigantesco Gabriele Silva, autore sicuramente della migliore prestazione da quando gioca a basket in carrozzina (anche in considerazione della caratura degli avversari): alla fine per lui ci sono 28 punti realizzati, con 11/19 dal campo, 6/8 nei personali, 10 rimbalzi e 3 assist. Da standing ovation!

Ma nella bella prova della Cimberio di fronte ai tricolori (alle prese con un paio di assenze importanti ma comunque in grado di schierare un rooster di primissimo piano) non c’è solo Silva: eccellente soprattutto il lavoro difensivo di tutti, che ben protegge l’area e contiene così la netta superiorità fisico-atletica degli avversari, abili comunque nel forare la retina dalla media distanza.

L’esito della partita, sia chiaro, non è mai in discussione: Cantù controlla sempre la situazione ma Varese non esce mai di gara e solo in avvio del terzo quarto e poi nelle battute conclusive la formazione di Marco Bergna allunga un po’ il passo e dilata il margine (sul punteggio di 50-64 il massimo vantaggio degli ospiti).

Nel primo quarto la Cimberio replica colpo su colpo a Geninazzi & C. e due tiri liberi di Silva conquistati a filo di sirena siglano la perfetta parità (18-18). Poi i canturini tentano l’allungo con un parziale di 8-0 (22-32 al 19′), ma i varesini reggono sempre il passo: 24-32 a metà gara.

Al ritorno in campo la difesa canturina morde più di prima e la Cimberio va in difficoltà, segnando il primo canestro solo dopo 3’20” (24-38 al 24′) ma non c’è tracollo, anzi: con il sempre affidabilissimo Silva ma anche con i canestri preziosi di Barros, Damiano e Binda la squadra di Bottini resta lì e recupera persino qualcosa (37-44). Poi, nell’ultimo quarto, le enegie vengono un po’ meno ai varesini che al 38′ sono ancora a -9 (50-59) per concedere qualcosa in più agli avversari solo nelle battute conclusive.

Detto di Silva, sono da sottolineare i 4 assist e i 6 rimbalzi di Damiano, i 5 rimbalzi di Diene e, come s’è già detto, la gran bella prova difensiva di squadra.

Sul fronte canturino, grande prestazione di Papi (11/20 dal campo, 6 rimbalzi e 5 assist) ma determinante Carossino (7/8 al tiro, 3 su 4 dalla lunetta) nell’allungo della UnipolSai.

Ora per la Cimberio, ancora a zero punti in classifica malgrado quattro partite disputate con più luci che ombre, diventa determinante la prossima sfida, di nuovo casalinga, contro Sassari, in programma sabato prossimo. (foto Briantea)

I RISULTATI (4a giornata)
Amicacci Giulianova – Santa Lucia Roma 68-72 dts
Cimberio H.S. Varese – UnipolSai Briantea 84 Cantù 51-64
Special Sport Bergamo – S.Stefano P.P. Picena 32-88
Banco Sardegna Sassari – Key Estate Porto Torres 66-70.
LA CLASSIFICA: UnipolSai Briantea 84 Cantù punti 8; Amicacci Giulianova, Key Estate Porto Torres, S.Stefano P.P. Picena e Santa Lucia Roma 6; Cimberio H.S. Varese, Special Sport Bergamo e Banco Sardegna Sassari 0.
IL PROSSIMO TURNO (sabato 8 dicembre)
Cimberio H.S. Varese – Banco di Sardegna Sassari (ore 17)
Santa Lucia Roma – Key Estate Porto Torres (ore 17)
Avis S.Stefano P.P. Picena – Amicacci Giulianova (ore 17)
UnipolSai Briantea 84 Cantù – Special Sport Bergamo (ore 20.30)