L’Handicap Sport Varese vince con Bergamo e…respira

0
417

Cimberio H.S. Varese – Special Sport Bergamo 64-53
(15-11, 35-22, 51-37)
Cimberio: Segreto 4, De Barros 19, Binda 15, Silva 12, Diene 4, Damiano 8, Fernandes Domingos 2, Sharma, Gonzalez Alvarez. N.e. Pedron. All. F. Bottini.
Special Sport: Elhadji 22, Carrara 8, Milesi 2, Spicsuk 2, Gabas 19, Bombardieri. N.e. Canfora, Airoldi, Filisetti, Filippi. All. E. PizziArbitri: Di Paolo e Palazzo.
Note – Tiri liberi: Cimberio 6 su 9, Special Sport 6 su 11. Nessuno uscito per 5 falli.

Missione compiuta: la Cimberio batte Bergamo e abbandona l’ultimo posto in classifica, lasciandolo appunto alla Special Sport. Solo un piccolo rammarico: non avere piegato gli avversari con uno scarto superiore ai 13 punti subiti dai varesini nella partita di andata, perché teoricamente i bergamaschi (nel caso di una loro vittoria nell’ultima giornata a Sassari a fronte di una sconfitta della Cimberio a Giulianova) potrebbero di nuovo appaiare la squadra di Bottini e superarla per la differenza canestri nello scontro diretto.
Ma è un’ipotesi di difficile realizzazione, perchè nel basket in carrozzina le “invenzioni” sono ridotte all’osso e molto difficilmente Bergamo riuscirà a vincere in Sardegna.

La Cimberio ha disputato una partita molto positiva, confermando le ottime impressioni suscitate nel precedente weekend di Eurolega in Austria e sin dalle primissime battute ha fatto valere la propria superiorità contro un avversario troppo dipendente dal solo pur bravissimo Gabas (peraltro al quarto fallo già dopo 17′ ma stoicamente in campo sino alla fine). Così il vantaggio dei biancorossi è ben presto lievitato (10-5 al 7′, poi 24-11 al 14′ con un parziale di 9-0 favorito soprattutto da tre tiri da tre punti di Barros) e a metà gara era già di tutta sicurezza (35-22).

Dopo l’intervallo lungo il trend non è mutato, con la Cimberio capace di affiancare al suo bomber (alla fine 3/5 da due punti e 4/4 da tre per il portoghese) anche un sempre ficcante Binda (6/10 dal campo e 3 su 4 nei personali), un Silva ritrovato dopo un difficile avvio (5/16 e 8 rimbalzi), il solito Diene concreto sotto canestro (2/4 e 8 rimbalzi) e anche un efficace Segreto, per la prima volta in quintetto base e capace di colpire due volte centralmente nella ripresa in un momento in cui la Special Sport cercava di rialzare la testa. Il tutto sotto l’attenta regia di Damiano (4//5 al tiro, 4 rimbalzi e altrettanti assist).

Il vantaggio della Cimberio ha toccato anche le 18 lunghezze (49-31 al 28′), ma nell’ultimo quarto i varesini hanno fatto qualche concessione di troppo, lasciando così spazio a una parziale rimonta bergamasca che non ha comunque mai messo in dubbio l’esito del match. “Battesimo” per Luis Fernandes Domingos (foto a destra), appena arrivato a Varese per avvicendare l’infortunato Nava: nei circa 15 minuti giocati il portoghese ha dimostrato di saper stare in campo.

La vittoria non consegna ai varesini la salvezza ma, in proiezione playout, offre loro una chance di salvezza in più, perché giocare la eventuale terza partita in casa rappresenterebbe un indubbio vantaggio.

Ora il campionato lascia spazio per il prossimo weekend alla Coppa Italia (si giocherà a Porto Torres), poi, il 30 marzo, è in calendario l’ultima giornata della stagione regolare.

I RISULTATI (6a giornata di ritorno)
Avis S.Stefano P.P. Picena – Key Estate Porto Torres 89-59
Cimberio H.S. Varese – Special Sport Bergamo 64-53
Santa Lucia Roma – Banco di Sardegna Sassari 79-50
UnipolSai Briantea 84 Cantù – Amicacci Giulianova 74-47.
LA CLASSIFICA
UnipolSai Briantea 84 Cantù punti 26; S.Stefano P.P. Picena 22; Amicacci Giulianova 16; Key Estate Porto Torres 14; Santa Lucia Roma 12; Banco di Sardegna Sassari 8; Cimberio H.S. Varese 4; Special Sport Bergamo 2.
IL PROSSIMO TURNO (ultima giornata, sabato 30 marzo, ore 17)
Santa Lucia Roma – Avis S. Stefano P.P. Picena
Key Estate Porto Torres – UnipolSai Briantea 84 Cantù
Amicacci Giulianova – Cimberio H.S. Varese
Banco di Sardegna Sassari – Special Sport Bergamo.