Italia Volley Sorde. In Valcamonica la 4a edizione di “Volare oltre”

0
704

Continua sulle ali dell’entusiasmo il volo della rinnovata Nazionale Volley Sorde che dal 24 al 28 aprile si radunerà Cemmo, in Valcamonica, per una cinque giorni organizzata dal Pio Istituto dei Sordi di Milano e dal Centro Asteria, in collaborazione con la Polisportiva Disabili Valcamonica. Per le azzurre si tratta della 4a edizione di un raduno, denominato “Volare oltre”, andato via via crescendo per interesse e contenuti.
“L’idea di un raduno della squadra nazionale di volley femminile sorde è nata nel 2015 all’insegna dell’integrazione e dell’ inclusione – spiega Stefano Cattaneo, direttore del Pio Istituto Sordi Milano – Lo sport è lo strumento ideale di integrazione tra le diverse anime dell’arcipelago della sordità oltre che di inclusione sociale. Ma l’impegno del Pio Istituto dei Sordi in questi anni non si è limitato al supporto del volley. Parallelamente organizziamo e stiamo sviluppando anche analoghe iniziative a favore del basket, del rugby, dello sci e non intendiamo risparmiare energie per allargare e alimentare ogni opportunità per sostenere le attività sportive agonistiche e non solo delle persone con disabilità uditiva.”
Ancora una volta anima e cuore del raduno è Loredana Bava.
“La squadra nasce con l’intento di concretizzare la passione sportiva delle atlete sorde – dice la guida tecnica delle azzurre – che grazie a questo straordinario veicolo che è lo sport, ha permesso loro di sconfiggere le barriere comunicative e sociali che molto spesso la sordità genera. Non solo. Il lavoro iniziato con la conquista della medaglia d’argento al campionato Europeo in Turchia nel 2011, è esponenzialmente cresciuto negli anni, sia a livello tecnico che sportivo, permettendo così di raggiungere il primo traguardo nella storia della pallavolo del movimento sportivo sordi, ovvero la medaglia d’argento alle Deaflympics nel 2017 in Turchia e una medaglia d’argento all’Europeo Under 21 con la giovane nuova nazionale Under 21, nel 2018. Tutto ciò è stato possibile grazie al costante lavoro di un team tecnico che negli anni ha consolidato e innovato il valore della squadra; sponsor come Cattolica Assicurazioni e Cochlear e associazioni come il Centro Asteria e Pio Istituto dei sordi, e sensibilità di comuni , hanno permesso di poter realizzare numerosi collegiali in giro per l’Italia, permettendo così di affinare al meglio le competenze sportive e tecniche delle atlete. Inoltre, è di primaria importanza sottolineare quanto sia fondamentale la realizzazione di una solida e collaborativa rete di contatti fra realtà di promozione sociale e sportiva fra cui la Fipav e le società sportive dove si allenano quotidianamente le atlete che consenta pertanto una maggiore crescita sportiva e umana, insieme ad una più ampia conoscenza della disabilità”
L’Italia Volley Sorde si ritroverà mercoledì 24 a Capo di Ponte, Cemmo e la sera successiva alle 18.00 affronteranno in una partita amichevole il Montecchio. Seguiranno due giorni di allenamenti con l’appuntamento del sabato sera per la proiezione del film “Il rumore della vittoria. Domenica mattina 28 aprile ultima sudata sul campo prima del rompete le righe.

Eventi aperti al pubblico di “Volare oltre” 2019

Giovedì 25 aprile h. 18.00
Partita Amichevole:
US Montecchio Macelleria Ottelli – VS Nazionale Femminile Volley Sorde
(entrata libera)

Sabato 27 aprile h. 20,45
Proiezione docufilm
“Il rumore della vittoria”, di Ilaria Galbusera e Antonio Guzzardi
(entrata libera)
Al termine della proiezione si terranno le testimonianze di:
Ilaria Galbusera, Capitano della Nazionale Femminile Volley Sorde
Alice Tomat, atleta della Nazionale tra i protagonisti del documentario
Giuseppe Romele atleta della Polisportiva Disabili Valle Camonica
L’evento è interamente accessibile con servizio di interpretariato LIS e sottotitolazione