Bando Vodafone e la Varese più bella fanno squadra con gli Skorpions

0
403

E’ un sogno che prese forma nel 2003 per la volontà di Claudio Carelli, convinto di poter creare una squadra di hockey in carrozzina elettrica con altri varesini e non solo che come lui stavano lottando contro la distrofia muscolare. Il suo appello fu subito premiato da un passaparola contagioso che in pochi mesi trasformò quel sogno in una squadra nata pronta, ricca di amicizia, entusiasmo e talento.

Una squadra per qualche anno diventate addirittura due. Un gruppo vincente in campo e fuori, nell’agonismo e nella promozione. Scudetti e coppe in serie, nella palestra di Besnate come a casa, sempre piena. In campo i ragazzi in carrozza, in tribuna e nel dopo partita genitori prim’attori con cori, torte, bibite e meravigliosi sorrisi spesso inumiditi da lacrime di gioie.

Claudio è il capitano ma intorno a lui crescono moli altri capitani. Campione nello sport e nella vita con una lunga serie di vittorie. La più bella una famiglia tutta sua con una moglie e due splendidi figli. Poi arrivò il momento in cui la vita gli presentò il conto.
Un conto tropo caro per lui e tutti quelli che lo hanno accompagnato nei suoi troppo pochi 39 anni di vita. Per la famiglia Carelli un colpo al cuore, per la famiglia degli Skorpions pure. Nella testa di tutti i suoi compagni la morte di Claudio ha staccato la spina.
Un black out durato un attimo perchè il Capitano non avrebbe gradito il corto circuito.

Riavvolto il nastro gli Skorpions Varese ricominciano ripescando lo spirito del 2003. “Contiamoci e ripartiamo!” si dicono, guardandosi negli occhi senza ormai più lacrime. Primo appuntamento un lungo viaggio in Olanda per un torneo internazionale dal 14 al 19 agosto a Eindhoven che i ragazzi biancorossi giocheranno con le più grandi squadre europee grazie anche al contributo della Varese più bella.

Poi ricomincerà il passaparola per accogliere nuovi giocatori, nuovi amici, nuovi sostenitori per una storia che la Varese più bella vuole continuare a scrivere per chi non c’è più e per chi vuole continuare a giocare per lui e per tutti quelli che ancora non sanno di poter giocare a wheelchair hockey, così come fece la Nazionale di cui Claudio è stato capitano per tanti anni che un mese dopo la sua scomparsa conquistò il titolo di campione del mondo. Insieme alla Varese più bella, a far squadra con gli Skorpions c’è il Bando Ogni Sport Oltre di Fondazione Vodafone Italia. Chiunque può contribuire, chiunque può partecipare proporsi come volontario per tutto ciò che comporta l’attività degli Skorpions protagonisti nel massimo campionato italiano.

La Varese più bella sa, la Varese più bella fa, la Varese più bella non tradisce. Mai!