Li morti…

0
251

Li morti de st’infame pandemia – dice quello –
potessero parlare direbbero “tornate a lavorare e fate ripartì st’economia!”
Li morti so’ così: persone care, nun fanno storie,
so’ persone de compagnia,
e si c’hai faccia tosta e fantasia
je poi fa’ dì quer cazzo che te pare.

Ma – dico io – si questa brava ggente
potesse ritornà dar camposanto
me sa che nun direbbe propio gnente:
je leggeremo in faccia tutto quanto,
finché saremmo noi, timidamente,
tra i denti a bisbijà “scusate tanto”.

(Stefano Andreoli)