Paralimpiadi invernali a PyeongChang: Forza azzurri!

0
981

Per i 26 azzurri della Nazionale paralimpica si avvicina il giorno della sfilata d’inaugurazione delle Paralimpiadi Invernali di PyeongChang, con un programma distribuito dal 9 al 18 marzo.
Quella italiana è una rappresentativa ridotta ai minimi termini e senza donne per motivi dovuti in gran parte al rinnovamento in atto fortemente penaizzato dal necessario quanto inevitabile ricambio generazionale. Ma tre giorni dal via attenzione e supporto deve essere solo per chi c’è con la volontà e la determinazione di sempre.
Alessandro Andreoni, Eusebiu Antochi, Gabriele Araudo, Bruno Balossetti, Gianluca Cavaliere, Valerio Corvino, Cristoph Depaoli, Stephan Kafmann, Sandro Kalegaris, Nils Larch, Gregory Leperdi, Andrea Macrì, Florian Planker, Roberto Radice, Gigi Rosa, Santino Stillitano e Werner Winkler, sono i componenti della squadra di Para Ice Hockey. Cristian Toninelli l’unico in gara nello sci nordico. Davide Bendotti, Giacomo Bertagnolli, Fabrizio Casal e Renè De Silvestro gli atleti al cancelletto di partenza dello sci alpino. Paolo Priolo, Manuel Pozzerle, Jacopo Luchini e Roberto Cavicchi i protagonisti nello snow board.
“Sul volo di ritorno da Sochi, al termine della mia prima Paralimpiade da dirigente senza medaglie – il saluto del presidente Luca Pancalli alla vigilia della partenza per la Corea – trascorso nello sconforto più totale ma parzialmente mitigato dall’ottimo risultato della Nazionale di para ice hockey, tra i mille pensieri che attraversavano la mia mente, dominava quello del riscatto e soprattutto di un’inversione di rotta, in particolare nelle discipline dello sci, nessuna specialità esclusa. Le successive riunioni con i miei collaboratori e con la Federazione di riferimento stabilirono la linea di condotta: ringiovanimento dei quadri, ove possibile, e investimenti sulla parte tecnica, a dando a questa l’ultima parola
su scelte e successive convocazioni. A quattro anni di distanza, posso dire che è stato eseguito. Abbiamo talenti su cui puntare, giovani sui quali investire, atleti che hanno lavorato duramente per essere in gara a PyeongChang, dove il confronto tecnico sarà particolarmente impegnativo e, allo stesso tempo, stimolante. E’ un percorso che deve essere completato, soprattutto a livello femminile, e proprio per questo non mi sento di fare previsioni. Posso però affermare, con assoluta certezza, che ogni componente della Squadra Italiana saprà onorare il Paese e quella maglia azzurra che ognuno di loro indosserà con immutato orgoglio”.
Anche in Corea il programma Rai dedicato è ricco e per gli appassionati anche impegnativo per il fuso orario che costringerà a notti insonne chi vorrà seguire gli azzurri
su Rai 2 e Rai Sport.
A rompere il ghiaccio in tutti sensi sarà la squadra di hockey che sabato alle 4.00 ora italiana si troverà di fronte la Norvegia in una partita già importante in prospettiva medaglia. Forza azzurri!
Info: Comitato Paralimpico

Leggi anche
Tanta Polha nell’Italia in Corea