Erasmus sci disabili: SkiXall!

0
1038

L’ottava tappa dello Ski Tour Freerider Sport Events è stata l’occasione anche per l’Associazione Spina Bifida Italia di riunire a Madesimo la squadra del Progetto Erasmus “SkiXall”, finanziato dalla Comunità Europea, dedicato alla promozione del volontariato attraverso lo sport, favorendo l’inclusione sociale, l’attività motoria per il benessere della persona.
“Il progetto intrapreso nella sua fase preparatoria da gennaio 2018 – spiega Maria Cristina Dieci, presidentessa Asbi – avrà la durata di due anni e vede come partner ufficiali l’International Federation for Spina bifida and Hydrocephalus, la Federazione Associazioni Italiane Paratetraplegici e le Associazioni Freerider Sport Events, Handy Club Ostrava e Active Therapy.  Si svolgerà in Belgio, Polonia, Repubblica Ceca e naturalmente in Italia dove verrà organizzato un corso di formazione dedicato a Maestri di sci per persone con disabilità. Inoltre, è prevista una Campagna di sensibilizzazione internazionale, la produzione di Linee Guida ed incontri con i più giovani all’interno delle scuole, attività che, avendo come oggetto essenziale lo sport, permetteranno un elevato grado di formazione, socializzazione e divertimento”.
All’invito di ASBI hanno risposto il presidente dell’associazione polacca Active Therapy Dominik Jonas, la presidente di Handy Club Ostrava Iva Palatovà e l’assistente alla comunicazione della Federazione Internazionale Spina Bifida e Idrocefalo, Carmen Clemente.
“Nei tre giorni trascorsi a Madesimo – racconta Dominik Jonas – è stato bello condividere ogni aspetto del progetto SkiXAll toccando con mano esperienze e metodologie diverse di altre realtà, di altri Paesi. Ciò che più mi ha colpito è stata la facilità con la quale i partecipanti allo ski tour si sono conquistati indipendenza, interagendo tra loro e con gli operatori, in pista e non solo, favorita dal lavoro dei volontari e dall’atmosfera straordinaria creata dallo staff organizzativo”.
Nei prossimi due anni la squadra coordinata dall’ASBI sarà impegnata a produrre linee guida per l’insegnamento dello sci a bambini con disabilità, con attività condivisa di promozione nei rispettivi Paesi.
“Tutto dipende dalle persone – dice Iva Palatovà, operatrice della Repubblica Ceca – una squadra composta da persone valide puoi riuscire a fare grandi cose. Questo è successo a Madesimo grazie alla passione, alla volontà e alla professionalità di ogni singolo componente. Nei partecipanti ho visto la felicità di gustarsi ogni momento. Lo sci si dimostra una disciplina ideale dalla quale speriamo di trarre ispirazione per nuove opportunità”.
Tra gli obiettivi del Progetto Erasmus “SkiXAll”, quelli ambiziosi di formare 10 maestri di sci specifici per persone con disabilità in Italia, Repubblica Ceca e Polonia e sensibilizzare l’Unione Europea sui temi compresi nel progetto con un evento scientifico internazionale a Bruxelles
“Nel fine settimana a Madesimo, ho capito ancora di più l’importanza e i benefici del progetto “SkiXAll” per le persone con disabilità – le parole di Carmen Clemente –
Maestri e dimostratori hanno dimostrato grande professionalità e la Freerider con ASBI hanno gestito tutto molto bene! Un’esperienza importante che potremo metter a frutto nel corso del progetto”.