Liceo “Curie” Tradate: una semina paralimpica da 10 con lode

0
579

Il basket, il tennis tavolo, l’arrampicata e la scherma sono entrate nel Liceo Scientifico “Marie Curie” di Tradate per rinnovare l’appuntamento con le discipline paralimpiche presente ormai da vent’anni nella stagione scolastica. Ad introdurre l’edizione 2018 del progetto “Sport & Handicap” è arrivato il presidente del Comitato Italiano Paralimpico Lombardia Pierangelo Santelli, valore aggiunto di un’idea partita molti anni fa, con momenti in palestra e altri spesi in dibattiti e incontri, per volontà di docenti sensibili e lungimiranti.
“Questa giornata – spiega la prof.ssa Daniela Putzu – è da sempre un’opportunità preziosa per i nostri studenti per conoscere il mondo paralimpico non da spettatori ma confrontandosi con atleti protagonisti in ogni disciplina. Da sempre ospitiamo la squadra di basket in carrozzina Handicap Sport Cimberio Varese alla quale quest’anno si sono aggiunti uno schermidore normodotato, Michele Belloni ed uno in carrozzina, Graziano Magro, il campione non vedente di arrampicata sportiva Pietro Boldini e la campionessa d’Europa di tennis tavolo Fisdir Elena Elli studentessa del “Curie”.
Dalla tribuna sul campo in una sorta di “percorso prova”, gli studenti hanno potuto vedere e toccare con mano ogni aspetto dell’attività paralimpica, imparando giocando e viceversa. Nel liceo tradatese è ormai la normalità.
Una normalità invocata da molti ma messa in pratica da pochi.
Una lodevole semina che merita il voto più alto.