Basket in carrozzina: Handicap Sport ferma a zero. Vince Sassari

0
241

Cimberio H.S.  Varese – Banco di Sardegna Sassari: 63-73
(10-13, 26-31, 47-57)

CIMBERIO: Damiano 2, Barros 6, Binda 20, Silva 17, Diene 6, Sharma, Nava 6, Segreto 6, Pedron. All. F. Bottini.
BANCO DI SARDEGNA: Spanu 8, Raimondi 31, Butkevicious 5, Gomez 23, Serio 4, Arghittu, Arena 2. N.e. Langiu, Gaias, Tamasauskas. All. F. Raimondi.
Arbitri: Volpi e Toschi.
Note – Tiri liberi: Cimberio 1 su 4, Banco di Sardegna 6 su 9. Usciti per 5 falli: Diene 28’29” e Butkevicious 32’59”. 

Brutta sconfitta per la Cimberio Handicap Sport.
La sfida con Sassari per evitare l’ultimo o il penultimo posto in classifica, i più penalizzanti in chiave playout, ha premiato i sardi, in testa praticamente dall’inizio alla fine della partita.

Contro la Cimberio hanno congiurato un paio di fattori: dapprima un guasto alla carrozzina di Silva che ha costretto l’uomo di punta dei biancorossi a una imprevista sosta in panchina protrattasi per circa 8 minuti a cavallo tra primo e secondo quarto e poi i falli che hanno costretto Diene a lungo fuori dai giochi prima della definitiva uscita dal campo per cinque penalità. Ma, al di là di questi due fattori sicuramente molto importanti, la Cimberio ha commesso troppi errori in fase offensiva e ha concesso troppo agli avversari in difesa, in particolare a Fabio Raimondi, una delle icone del basket in carrozzina italiano, che, a 45 anni, riesce ancora a dettare legge in virtù della vecchia classe e di un atletismo davvero sorprendente; con 31 punti realizzati, frutto di uno splendido 13/17 al tiro (10/12 da due e 3/5 da tre, oltre a 7 assist), Raimondi è stato il vero fattore della gara, ben coadiuvato da Gomez (10/21 dal campo e 13 rimbalzi).

La Cimberio ha mostrato a tratti grosse difficoltà in attacco, dove Silva (8/12, 6 rimbalzi e 4 assist) è stato affiancato dal volonteroso Binda (10/23, 4 rimbalzi e 6 assist), con Nava (3/5) a lungo in campo e Segreto  (3/3 al tiro) invece a lungo sacrificato dalle esigenze di rotazione.

Come s’è detto, Sassari è stata praticamente sempre al comando, anche se la Cimberio non è mai uscita di partita e spesso si è ritrovata a tiro degli avversari (37-39 al 24′).
Sul punteggio di 55-61 al 35′ l’ultima chance per i varesini, con Silva tre volte a segno, vanificata però dagli ultimi canestri di Gomez e Raimondi.

Da segnalare il debutto in serie A del giovane Alessandro Pedron (nella foto), in campo per circa 7 minuti.

Sabato prossimo la Cimberio sarà a Bergamo per un autentico spareggio per abbandonare, almeno momentaneamente, l’ultimo posto in classifica.

I RISULTATI (5a giornata)
Cimberio H.S. Varese – Banco di Sardegna Sassari 63-73
Santa Lucia Roma – Key Estate Porto Torres 66-83
Avis S.Stefano P.P. Picena – Amicacci Giulianova 74-58
UnipolSai Briantea 84 Cantù – Special Sport Bergamo 73-30
LA CLASSIFICA
UnipolSai Briantea 84 Cantù punti 10; Key Estate Porto Torres e S.Stefano P.P. Picena 8; Amicacci Giulianova e Santa Lucia Roma 6; Banco Sardegna Sassari 2; Cimberio H.S. Varese e Special Sport Bergamo 0.
IL PROSSIMO TURNO (sabato 15 dicembre)
Key Estate Porto Torres – S.Stefano P.P.Picena (ore 16)
Special Sport Bergamo – Cimberio H.S. Varese (ore 18)
Banco Sardegna Sassari – Santa Lucia Roma (ore 18)
Amicacci Giulianova – UnipolSai Briantea ’84 Cantù (ore 18)