Handicap Sport Varese allo spareggio salvezza con Bergamo

0
351

Banco di Sardegna Sassari – Cimberio Handicap Sport Varese 66-48
(19-15, 33-31, 47-34)

BANCO DI SARDEGNA: Spanu, Raimondi 26, Butkevicious 10, Gomez 23, Serio 7. N.e. Caiazzo, Arghittu, Gaias. All. F. Raimondi.
CIMBERIO: Damiano 14, Barros 6, Binda 4, Silva 16, Diene 6, Sharma, Segreto, Fernandes Domingos 2. All. F. Bottini.
Arbitri: Zamboni, Lastella e Volpi.
Note – Tiri liberi: Banco di Sardegna 9 su 11, Cimberio 5 su 7. Espulso Binda 17’49” per tecnico e antisportivo. Nessuno uscito per 5 falli.

Era scritto nel pronostico e nel basket in carrozzina difficilmente si sfugge a questo genere di previsioni. La Cimberio perde a Sassari la gara di ritorno del primo turno di playout e dovrà dunque disputare una sorta di spareggio-salvezza con Bergamo per evitare la retrocessione in serie B.

A Sassari è andata secondo una logica previsione ma con un canovaccio “originale”. Sulla sconfitta ha sicuramente pesato il fatto che Janic Binda (protagonista assoluto nella gara di andata) sia stato messo fuori gioco da un’espulsione già sul finire del secondo quarto: prima un tecnico provocato dalle proteste a seguito di una infrazione di campo contestata e poco dopo un fallo antisportivo hanno provocato l’allontanamento dal campo del giocatore varesino.

In quel momento la Cimberio, che si era presentata in Sardegna con un gruzzolo di 4 punti da difendere frutto della gara di andata, era sotto di 9 lunghezze (33-24) dopo avere resistito a lungo alla pressione dei padroni di casa. La perdita di Binda ha però stimolato gli uomini di Bottini che alla sirena dell’intervallo lungo si sono riportati a ridosso (33-31), riaprendo di fatto la partita. Come in altre precedenti occasioni, però, il terzo quarto si è rivelato fatale per la Cimberio e il parziale lo conferma: un ruvido 14-3 che ha rilanciato i sardi verso successo e salvezza guadagnata anticipatamente. Inutile dunque l’ottima partita di Damiano (6/14 e 4 assist), al record di punti stagionale, così come quella di Silva (7/14 e 11 rimbalzi). Diene ha sbagliato molto (3/12) ma ha raccolto al solito molti rimbalzi (8), mentre Barros e Binda, quest’ultimo innervosito come altri giocatori varesini da qualche decisione arbitrale, hanno offerto un rendimento al di sotto del loro standard. Sull’altro fronte protagonisti assoluti Raimondi (7/9 da due, 3/7 da tre e 10 assist) e Gomez (10/23 e 20 rimbalzi).

Sabato 20 aprile, dunque, la Cimberio ospiterà a Varese (ore 17) la Special Sport Bergamo nella prima sfida di playout, un autentico spareggio per evitare la retrocessione. Prevista in questo turno l’eventuale “bella” a Varese in caso di una vittoria per parte dopo le prime due sfide.

Nei playoff Cantù e Porto Potenza Picena hanno replicato le vittorie in gara 1 e perciò si sono qualificate per la finale che assegnerà lo scudetto, con Cantù naturale favorita.

PLAYOFF
Amicacci Giulianova – S. Stefano P.P. Picena 74-83 (0-2, andata 56-59)
Key Estate Porto Torres – UnipolSai Briantea 84 Cantù 54-77 (0-2, andata 56-87).

UnipolSai Briantea 84 Cantù e Avis S.Stefano Porto Potenza Picena si qualificano per la finale scudetto.

PLAYOUT
Banco Sardegna Sassari – Cimberio H.S. Varese: 66-48 (1-1, andata 58-62): per la differenza canestri Sassari è salva e Varese va al secondo turno di playout.
Santa Lucia Roma – Special Sport Bergamo 72-47 (2-0, andata 78-54).
Roma è salva, Bergamo va al secondo turno di playout.