Grazie ragazzi!

0
3130

E’ stata una gran festa ricca di abbracci e sorrisi che ha risvegliato le emozioni donate
e ricevute alle Paralimpiadi di Rio. Nella casa della Polha Varese i magnifici sette del progetto “AcquaRio” protagonisti in Brasile, dove hanno conquistato 7 delle 13 medaglie dello squadrone Finp. Con loro anche Giuseppe Romele a completare il gruppo di atleti compresi nel programma di allenamenti coordinato dal tecnico della Polha Massimiliano  Tosin con lo staff composto dai tecnici Micaela Biava e Alice Fedeli, la psicologa Michaela Fantoni ed il preparatore atletico Luca Cavaggioni. Padrona di casa la presidente Daniela Colonna Preti attorniata dai volontari, anima e sostanza di una lunga storia già pronta a scrivere nuove pagine.
Alla consegna di riconoscimenti erano presenti il sindaco di Varese Davide Galimberti,
il presidente della Camera di Commercio Giuseppe Albertini, il consigliere provinciale Paolo Bertocchi e la delegata provinciale del Comitato Italiano Paralimpico Giulia Frosi. Oltre a Romele, accompagnato dal suo tecnico Angelo Martinoli, con i quattro Polha Federico Morlacchi, Arianna Talamona, Fabrizio Sottile e Alessia Berra, c’erano Arjola Trimi della Polisportiva Bresciana No Frontiere onlus con il presidente Nunzio Bicelli e la vice Anna Maria Sisti e arrivata direttamente da Cagliari Francesca Secci della Sa.Spo. Unica assente, bloccata da un febbrone, Giulia Ghiretti della Ego Parma Nuoto. Stelle di un progetto unico in Italia come “AcquaRio”, sostenuto dalla Banca Popolare di Milano e Sport Management,  che ha incantato il mondo intero per contenuti e risultati. Una mattinata arricchita dalle immagini confezionate da Riccardo e Simone Barlaam dalla quale la Varese più bella è già pronta a ripartire guardando con gli occhi a mandorla alle Paralimpiadi di Tokyo 2020.