Briga Novarese: “Sport & Inclusione…in movimento senza barriere”

0
1028

Una giornata piena all’insegna dello sport di tutti e per tutti quella pensata e concretizzata da Lorena Poletti per sabato 25 gennaio al Centro Polifunzionale Località Prato delle Gere a Briga Novarese. Associazioni e testimonial protagonisti dello sport paralimpico doneranno a piene mani informazioni ed esempi di quanto sia possibile abbracciare con ogni disabilità neuromotoria o intellettiva.
“Niente unisce più dello sport – dice Lorena – Per fortuna sempre meno ma capita ancora che le famiglie che comprendono persone con disabilità abbiano difficolta ad aprirsi agli altri. E allora quale apertura migliore dell’attività sportiva?

Da qui è partita la mia idea di organizzare un evento come “Sport & Inclusione…in movimento senza barriere”, subito condivisa con Chiara e Chicco, amici e colleghi nell’amministrazione comunale. L’abbiamo subito intesa come una giornata dove tutti possono provare ogni disciplina presentata dalle associazioni che hanno aderito oltre ad ogni nostra più ottimistica aspettativa, insieme a due campionissimi dello sci nautico paralimpico come i non vedenti Daniele Cassioli e Matteo Fanchini e ad una donna spettacolare come Martina Fuga che tra i suoi mille impegni è vicepresidentessa di Pianetadown onlus è autrice tra gli altri del libro “Lo zaino di Emma” con il quale raccontò il suo esser diventata mamma di una bambina con sindrome di down”.

Sabato 25 gennaio dalle 10.00 porte aperte dunque per baskin, sitting volley, atletica, tiro a segno, golf, roller, scacchi, kart, subacquea, surf, bocce, sella meccanica, badminton, calcio e tiro con l’arco, con il valore aggiunto del contatto diretto con volontari e atleti.

“Il movimento paralimpico è in costante crescita – conclude Lorena –
al pari della viabilità mediatica che l’ha portato sempre di più nelle nostre case. Insieme alla associazioni un ruolo importante lo recitano gli atleti di punta parallelamente impegnati con realtà proprie, progetti e iniziative a promuovere lo sport per tutti, determinati a vincere nella competizione senza perdere passione e umanità che caratterizzano i campioni di vita”.