venerdì, Dicembre 9, 2022
HomeNoiBlogDaniele CassioliCamp Daniele Cassioli super! "Siamo solo all'inizio!"

Camp Daniele Cassioli super! “Siamo solo all’inizio!”

C’è stato un momento triste durante il Camp Daniele Cassioli di Tirrenia?
Sì, quello dei saluti.
Un momento di commozione, ma carico di nuove certezze e speranze dopo i cinque giorni andati ben oltre ogni aspettativa.

In primis per gli ambienti ideali ad accogliere i 32 bambini, ciechi e ipovedenti, protagonisti del camp.

Dal Centro Le Torri di Tirrenia, struttura ricettiva pensata per i non vedenti e da anni leader in Italia nell’ambito della disabilità visiva, al Centro Coni di Tirrenia (uno dei 3 centri Coni in Italia), che hanno ospitato i ragazzi ogni mattina, ognuna delle attività sportive programmate, tra le quali calcio, atletica, basket, surf e sup, si è svolta con soddisfazione dei responsabili tecnici, mentre i genitori hanno potuto godersi un piccolo, meritato, momento di vacanza.

“Abbiamo fatto una cosa grandiosa – dice un raggiante Daniele Cassioli – Ancora una volta i bambini ci hanno tolto ogni preoccupazione donandoci spontaneità ed entusiasmo. Un grazie grande come il sole e lo splendido mare che ci hanno abbracciato per cinque giorni va allo staff della nostra Real Eyes che dalla segreteria, ai responsabili delle attività, molti impegnati su più fronti e in più ruoli, hanno risposto al meglio a richieste e necessità di un plotone di oltre 130 persone arrivate da diverse regioni d’Italia. Sentire bambini rapportarsi con altri bambini è stata per me una gioia immensa. Bambini che vivono la loro quotidianità quasi esclusivamente con adulti hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con i loro coetanei camminando, correndo, cadendo, giocando, cantando, anche litigando vivaddio, come ogni altro bambino fa e dovrebbe fare”.

A far squadra con Real Eyes Sport in questa piccola grande impresa, Fondazione Vodafone OSO, attraverso il bando “OSO Crowd Call”, Giocampus Parma, Croce Rossa sezione di Pisa, L’Unione ciechi e ipovedenti di Pisa, Surf4All Project Tirrenia, la Polizia di Stato che ha ospitato presso il suo centro balneare di Calambrone le attività di avviamento al surf e al sup, un gruppo di laureandi in terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva  dell’Università di Pisa e un gruppo composto da docenti, dottorandi e laureandi del Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale dell’Università di Siena e  per quanto riguarda i trasporti, la Cooperativa La Finestra di Malnate e l’Oratorio Sacro Cuore di Castellanza.

“Altro obiettivo centrato – continua Cassioli – è la rete di associazioni e realtà coinvolte che ha generato ulteriori sbocchi e opportunità e aperto nuove strade da percorrere per il futuro. A nemmeno un anno dalla sua nascita, l’impegno di Real Eyes ci ha portato ad avere contatti in tutta Italia con richieste di collaborazioni e condivisioni di attività e iniziative.
Siamo solo all’inizio!”

 

Roberto Bof
Roberto Bof
Vivo in un circo ma non sono un pagliaccio
RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Most Popular