Polha großartig!

0
2270

La Polha Varese è rientrata dal Campionato Internazionale di Nuoto a Berlino ancor più ricca di soddisfazioni, grazie alle 15 medaglie conquistate dai suoi nuotatori: 4 ori, 4 argenti e 6 bronzi di classe, 1 bronzo nelle gare open.
Quello di Berlino è un appuntamento importante e molto emozionante per quegli atleti che si avvicinano per la prima volta al mondo dell’agonismo internazionale di alto livello paralimpico, esperienza che ogni anno la Polha cerca di far vivere a qualcuno dei suoi atleti esordienti più promettenti. L’anno scorso si è trattato di Simone Barlaam (vincitore dei 100mt. stile libero maschile Open Finp al Trofeo Internazionale Settecolli lo scorso 25 giugno), quest’anno l’opportunità è stata colta da Riccardo Cardani e Matteo Brusca, che non si sono lasciati intimorire dall’agonismo di sapore internazionale e hanno anzi dato il meglio di sé, ritoccando i loro primati personali in tutte le gare disputate.
Berlino tappa obbligata anche per chi, reduce dall’esperienza totalizzante di Rio 2016, sta lavorando giorno per giorno con fatica e costanza per costruire il Mondiale 2017 di Città del Messico (30/9 – 6/10/2017).
Parliamo dei nostri Federico Morlacchi, Alessia Berra, Fabrizio Sottile e Arianna Talamona che, unitamente a Giulia Ghiretti (di Ego Parma Nuoto ma allenata dalla Polha), per i quali i risultati – dopo avere toccato i vertici dell’olimpismo a Rio e avendo come obiettivo primario dell’anno il Messico – non sono certo scontati.
Federico a Berlino ha vinto 5 medaglie di classe e un bronzo nella finale open dei 200 misti, ha fatto il personale nei 50 rana e 50 dorso e avrebbe fatto il personale anche nei 200 delfino vincendo un argento nella gara open, ma è stato squalificato per nuotata irregolare.
Alessia ha vinto 5 medaglie di classe, praticamente è andata a podio in ogni gara disputata.
Fabrizio ha vinto 3 medaglie di classe, Arianna ha vinto una medaglia di classe nei 200 misti e ha stabilito il nuovo record italiano nei 100 rana cat SB06 Giulia ha vinto 3 medaglie di classe e un argento nella gara open dei 200 rana.
Risultati più che soddisfacenti se letti nell’ottica della preparazione per il Messico, mondiale che dovrebbe essere già certo per Federico Morlacchi, Arjola Trimi, Giulia Ghiretti medagliati a Rio, ma che è molto probabile anche per il nostro outsider Simone Barlaam che, realizzando il secondo tempo mondiale nei 50 SL S09, ha folgorato il CT Riccardo Vernole e si è forse meritato un posto mondiale.
In corsa anche tutti gli altri, naturalmente, ma in quest’ottica saranno ancora molto importanti i tempi che faranno a Lodi nei Campionati Italiani.
Comunicato Polha Varese