Giornata nazionale sindrome di down a Varese e in 200 piazze italiane

0
2490

Puntuale come il Natale arriva il fine settimana dedicato alla sindrome di Down con la giornata nazionale di domenica 8 ottobre che ragazzi e genitori dell’Associazione più di 21 Cassano Magnago anticiperanno come sempre sabato mattina affiancandosi al personale delle Esselunga di Varese Viale Borri, Olgiate Olona, Castellanza, Legnano Galleria Cantoni, oltre che nei negozi Deichmann Calzature di Vanzaghello e Legnano Galleria Cantoni. Lo slogan di quest’anno a sostegno della raccolta fondi dedicata ai progetti di inclusione e autonomia è “Uova di dinosauro a
colazione? Questo sarebbe speciale”.

“Un lavoro silenzioso, non urlato – spiega Antonella Falugiani, Presidente Nazionale di CoorDown Onlus – ha permesso in questi anni ai ragazzi con sindrome di Down di raggiungere grandi conquiste in una società che talvolta non è ancora pronta ad accoglierli e che troppo spesso li costringe a fare i conti con la discriminazione, lo stigma, il pregiudizio. Troppo spesso siamo andati avanti parlando di ‘loro’ ma senza di ‘loro’, ecco perché la consapevolezza dei profondi mutamenti sociali che stiamo vivendo, ci chiede di disegnare nuove modalità di azione”.

Domenica 8 dicembre ragazzi e genitori saranno presenti in 200 piazze italiane per distribuire messaggi di cioccolato realizzato con cacao equo e solidale in cambio di un’offerta libera.

Per gli splendidi +di21 è l’ennesimo appuntamento utile per raccontare un impegno senza risparmio sulla strada dell’informazione e dell’autonomia tramite lo sport e mille altre attività e iniziativa tra le quali brilla “Amicorum”, l’associazione condivisa con Parkinson Insubria Cassano Magnago, generata per gestire il ristorante pizzeria ricavato da una struttura confiscata alla mafia e ricevuta in comodato dal Comune di Cassano Magnago.
Bambini che nascono, accolti e cresciuti da mamme e papà.
Così non è stato per la neonata abbandonata a Napoli da una mamma sola, poi rifiutata dalle prime sette coppie della lista d’attesa di adottare e infine adottata da un papà single.
Nessun giudizio. Nessuna predica. Massima comprensione.
Solo, a chi ha scelto diversamente, il consiglio di ascoltare un messaggio: Video
Leggi anche
Amicorum si ricomincia