Cooperativa Gruppo Amicizia. Porta chiusa per Anna Castoldi

0
615

Una vita nella vita la storia di Anna Castoldi con la Cooperativa Gruppo Amicizia di Gorla Minore. Una storia infinita ricca di sogni, emozioni, conquiste, persone, incontri, attività, iniziative, eventi, progetti, racchiuse in una contagiosa attenzione per gli altri, al fianco di tante famiglie, al servizio di Enti e Istituzioni. 

Una storia cancellata in una sera. 

La tanto sognata Comunità Alloggio, realizzata tra mille difficoltà, per lo più burocratiche, non ha potuto occupare tutti i cinque posti disponibili con la conseguenza della mancata copertura di costi che non osservano di certo il blocco alle attività imposto dal lockdown.

Messa in minoranza dal suo consiglio direttivo, nel momento delle sue dimissioni da responsabile della Cooperativa a riconoscere ad Anna Castoldi l’impegno, la dedizione e molto altro sono rimasti senza esitazione tanti colleghi e colleghe di realtà sociali altrettanto storiche della provincia di Varese: “Conosco Anna da 25 anni – dice Maria Grazia Panigata, responsabile della Cooperativa La Finestra di Malnate – e con lei ho condiviso tanti problemi, non ultimo l’organizzazione della Comunità Alloggio. E’ stato un percorso in salita ma come sempre con tenacia e dedizione Anna e chi è stato al suo fianco sono riusciti ad arrivare alla meta. Pensare di non averla più come compagna di viaggio mi intristisce parecchio perché, senza voler entrare nel merito, non trovo giusto che la Cooperativa venga privata di una persona così speciale e soprattutto di un servizio creato con tanto impegno.
Confido in un ripensamento da parte di tutti i soci e spero di rivedere Anna al più presto al posto che le compete e per il quale ha dedicato gran parte della sua vita.”

Da Malnate a Saronno.

“In un mondo in cui l’unica cosa che conta è il profitto economico il bilancio monetario, la resa delle entrate e diminuire i costi – scrivono i colleghi della Cooperativa Centro Lavoro e Solidarietà di Saronno – mettere in un angolo persone fuori dal coro è la scelta più facile. Noi operatori sociali non siamo persone ‘facili’. Semplicemente perché cerchiamo di perseguire anche il profitto umano, non di tagliare sulla pelle dei più deboli. E in questo Anna è una maestra. Non possiamo permettere, proprio in questo periodo difficile, che venga tolta la parola a chi come lei ha ancora tanto da dire e trasmettere a tutti noi”. “Soltanto una vita vissuta per gli altri è una vita che vale la pena vivere” (A. Einstein). 

Da Saronno a Busto Arsizio, con il messaggio di Giacomo Borghi, responsabile Area Autismo Diurni e Residenziali della Cooperativa Solidarietà e Servizi.

“Con Anna, abbiamo approfondito la nostra conoscenza reciproca in questo faticoso momento di emergenza sanitaria, sostenendoci in un confronto tra noi e con le altre cooperative del territorio che si prendono cura delle persone con disabilità con vero spirito di cooperazione. Mi è spiaciuto molto sapere delle sue dimissioni da Presidente della Cooperativa Gruppo Amicizia e ancora di più apprendere che la motivazione è legata ad un tema a cui sono affezionatissimo e cioè quello del ‘dopo di noi’ per le persone con disabilità.

Chi come Anna ha veramente a cuore queste persone sa che il tema dalla ‘CASA’ intesa come luogo fisico ma anche come luogo di relazioni profonde è IL TEMA di tante famiglie con figli e fratelli con disabilità e fragilità. Perciò non posso che stimare il suo strenuo tentativo di tenere aperta la Comunità del Gruppo Amicizia e come ho avuto modo di dirle  personalmente la scorsa estate, le confermo la mia stima e la mia gratitudine, unitamente alla mia disponibilità per quanto potrei esserle utile”.

Una solidarietà che arriva anche dall’altro capo della provincia, da  Inarzo, con la voce di Sara Gorlini, della Cooperativa Sociale Abad e dell’Associazione  Associazione di Promozione Sociale Abaco.

“In questo momento complicato per tutti, il terzo settore sta cercando di dare il massimo di sé e le scelte delle persone fanno la differenza. Anna Castoldi è una delle persone che hanno fatto la storia della cooperazione varesina e non ho dubbi che il solco che ha tracciato resterà a memoria e guida. Personalmente auguro a tutto il Gruppo Amicizia di trovare le strategie giuste per vincere la sfida che oggi ci è imposta e continuare a rispondere con prontezza ed efficacia ai bisogni del territorio”.

Ma sono in tanti a poter raccontare il loro incontro con Anna Castoldi. Chi nel corso degli anni l’ha affiancata e supportata, chi si è rivolto a lei per disperazione e anche chi ha bussato alla sua porta per convenienza ben sapendo di trovare un sorriso a prescindere. Una porta costantemente aperta per gli altri, oggi amaramente chiusa per lei.
Video 2011
Video 2014