Freerider Sport Events: “Rispetto delle regole e passione. Noi siamo pronti”

0
354

Il Covid limita i movimenti e ferma gran parte dell’attività sportiva ma l’associazione Freerider Sport Events ha scritto la sua storia all’insegna del “mai fermi” al servizio, in più direzioni, di sempre più persone con disabilità in cerca di…”aria in faccia e del “rumore della neve sotto gli sci”.

Ricevuta con orgoglio da parte di Regione Lombardia la conferma del patrocinio allo ski tour anche per il 2021, in casa dell’associazione varesina che insegna lo sci da seduti alle persone con disabilità sono comunque riusciti a completare il calendario con dieci appuntamenti da gennaio ad aprile, comprendenti i due eventi d’apertura in dicembre, il “technical meeting” dall’ 11 al 13 a Cervinia ed il “Xmas ski” dal 18 al 20 a Madonna di Campiglio, forzatamente annullati. 

La speranza è ora quella di poter dare il via ufficiale con la tappa di Sestola, dall’ 8 al 10 gennaio, in collaborazione con l’Associazione Spina Bifida Itala nell’ambito del progetto “Fun & Sport”. Dal 15 al 17 altra trappa storica, sulla neve di Roccaraso. Dal 21 al 23 primo appuntamento in Lombardia, per il terzo anno consecutivo al Tonale. L’ultima tappa in gennaio è quella dal 29 al 31 all’Abetone con lo “ski & resort”. In febbraio a Folgaria, l’impossibilità di programmare la settimana internazionale ha costretto i Freerider ad un unico appuntamento, dal 5 al 7, sempre dedicato a persone di altri Paesi europei, già praticamente sold out. Due le tappe in marzo: dal 12 al 14 a Canazei e dal 26 al 28 marzo ancora in Lombardia per il consueto appuntamento con la Teleflex Winter Cup di Bormio. Per il gran finale la carovana arancione ritorna al concetto di “amicizia e tradizione”, a Madonna di Campiglio, dal 9 all’11 aprile. 

Alla presentazione on line dello ski tour hanno presenziato l’intero staff Freerider, insieme a figure istituzionali, amici e sostenitori dell’attività. Dal Direttore Giovani e Sport di Regione Lombardia Simone Rasetti al Direttore del Centro Addestramento Alpino della Polizia di Stato Stefano Valeri, dal Presidente di Federfuni Italia e Direttore degli impianti della Valdiluce Andrea Formento ai partner del Team Teleflex for Active Living.

“Avere come interlocutori realtà come Freerider Sport Events e professionisti come Andrea Frumento facilità di molto l’impegno di Regione Lombardia relativamente allo sci senza barriere – l’intervento di Simone Rasetti – L’attività di Freerider l’ho toccata con mano assorbendo qualità  passione. Per questo mi sento di ringraziarli confermando il patrocinio di Regione Lombardia e la disponibilità per quanto sarà possibile condividere in tema di inclusione e accessibilità, chiedendo loro di tempestarci di stimoli a far sempre meglio”.     

“Un plauso aggiuntivo per Freerider Sport Events – le parole di Andrea Formento – è dovuto alla loro determinazione nel programmare l’attività sulle nostre montagne, a prescindere dal momento caratterizzato da incertezza e difficoltà. Un messaggio forte e significativo che dobbiamo riuscire a diffondere per tutto ciò che rappresenta”. 

Dal  futuro prossimo, condizionato dal problema Covid, al presente, in attesa di capire come e quando caricare i mezzi di monosci e ausili, i Freerider hanno lanciato il loro primo corso di “guide per ciechi”, con la parte teorica divisa in tre appuntamenti on line ai quali hanno partecipato una ventina di persone distribuite in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Piemonte e Trentino Alto Adige.

“Da tempo ragionavamo sull’opportunità di aprirci a tutto ciò che comporta la pratica e la formazione dello sci di ciechi e ipovedenti – racconta il coordinatore tecnico della Freerider Nicola Busata – Ci siamo decisi nell’anno più difficile di sempre e la prima risposta è stata davvero incoraggiante, a partire dalla qualità dei relatori della parte teorica del corso: il tecnico Lorenzo Migliari, l’avvocato Antonio Lettieri, la dott.ssa Silvia Di Stefano e la psicologa Elisa Di Pierro.  

Terminata la teoria forzatamente on line, dobbiamo ora capire come e quando completare il corso con la pratica sulla neve. Per il dove abbiamo pensato al Tonale mentre il quando potrebbe essere presumibilmente in febbraio. Ma al di là del nostro corso, sempre in febbraio saremmo comunque già pronti per curare la parte tecnica del Camp invernale dell’Associazione Real Eyes Sport presieduta da quel fuoriclasse di sci nautico paralimpico e promotore dell’attività motoria per ciechi e ipovedenti che risponde al nome di Daniele Cassioli.

Come ormai da oltre dieci anni possiamo contare sulla collaborazione del Centro Addestramento Alpino di Moena della Polizia di Stato ed anche in questo scenario condizionato dall’incertezza sul supporto del  nostro partner storico Teleflex con il Team Teleflex For Active Living, Caporali Sport, Triride e SPM, senza dimenticare l’amicizia e la collaborazione con gran parte dei titolari delle strutture alberghiere ed i responsabili degli impianti. Noi siamo pronti. Ora non ci resta che attendere lo sviluppo della situazione adeguandoci di conseguenza”.

“Orgogliosi e commossi di tante e prestigiose testimonianze di stima e amicizia – la conclusione del Presidente, tra i fondatori di Freerider Sport Events, Giulio Broggini – dobbiamo anche noi un grazie senza limiti al nostro staff formato da dimostratori seduti, accompagnatori, attrezzisti e autisti. Gratitudine da estendere ai nostri sponsor e alle sempre più numerose associazioni in rete con noi. Anche in questa occasione singolare per modalità della presentazione della stagione abbiamo registrato l’affetto di tantissima gente di ogni regione della nostra Italia e di diversi altri Paesi europei”.
Info: www.monosci.it