HS Varese basket in carrozzina tante conferme due novità

0
305

Palla contesa nonostante tutto nel massimo campionato di basket in carrozzina iniziato senza sorprese nel fine settimana scorso (Federpic). L’Handicap Sport Varese tra i protagonisti della serie B nel girone B con Brescia, Verona e Vicenza, si prepara all’esordio del 6 marzo. Dallo stop causato dalla pandemia alla ripresa degli allenamenti cosa è successo in casa dell’Handicap Sport?Roncari HS Varese 2020

“Da quando è stato sospeso il campionato ai primi di marzo 2020 – risponde il presidente Carlo Marinello, tra i fondatori della storica realtà varesina – abbiamo dovuto smettere gli allenamenti.
Alla ripresa, in ottobre,
la situazione sanitaria, ci permetteva di fare solo sedute di allenamenti”.

Come vi presentate alla prima di campionato?
“Lo stop ha avuto ripercussioni anche sul rooster della squadra che si presenta per la nuova stagione praticamente identico all’anno scorso con gli inserimenti di Diene Saliou e Lorenzo Molteni. Nessuna novità anche in società e in panchina con la guida tecnica nelle mani di Fabio Bottini”.

Come consigliere nazionale della Fipic, qual è il polso del movimento a livello nazionale?
“Quella di sospendere i campionati a marzo nel pieno della stagione non è stata una scelta facile da prendere, ma prima di ogni altra cosa volevamo mettere in sicurezza la salute di tutto il movimento e in particolare quella degli atleti. Ci sono piovute addosso un po’ di critiche, la FIPIC è stata una delle prime federazioni ad annullare la stagione, ma a posteriori direi che abbiamo preso la decisione giusta. Indubbiamente è stato un duro colpo per il movimento con la reale preoccupazione di perdere più di una società. Fortunatamente al momento risulta non iscritta solo una società di serie B”.

Silva HS Varese 2020Intanto è iniziata la A
La serie A è partita e la serie B inizia il 6 di marzo. Speriamo sia il prologo del ritorno alla normalità anche se a porte chiuse non può essere la stessa cosa. Ma l’importante era riprendere a giocare.
Entrambi i campionati avranno delle formule diverse rispetto agli scorsi campionati. Sono stati formati più gironi (due in serie A di quattro squadre ciascuno e 6 in serie B di 5 o 6 squadre ciascuno) che consentono di fare spostamenti brevi nella prima fase, mentre le fasi finali (quando si spera che la situazione possa migliorare) saranno a livello nazionale. La serie A non prevede retrocessioni e sono previste due promozioni dalla serie B in A.

Varese: strutture, sponsor, reclutamento…come stiamo?
“I protocolli FIP che permettono di giocare sono alquanto impegnativi. Un sacco di controlli tra cui tamponi periodici, ma sono tutte cose che se rispettate rendono possibile l’attività.
La brutta notizia (che vista la motivazione ci sta) è che a breve non potremo più utilizzare la palestra dell’università perché verrà utilizzata come centro vaccini. Grazie all’interessamento del Sindaco di Varese Galimberti che si è reso subito disponibile a trovarci una soluzione, torneremo temporaneamente a giocare nella palestra di Valle Olona.
Dio salvi i nostri fedeli quanto storici sponsor: AMCA e ZMC grazie ai quali possiamo affrontare la situazione con maggiore serenità. Reclutamento? Se non è facile in periodi di normale attività ora è oggettivamente impossibile. Con le palestre aperte solo ai tesserati  la promozione resta fuori dalla porta”.