Volley sorde argento mondiale! Per gli uomini un bronzo storico

0
104

Il campionato del mondo di volley sordi giocato in casa regala alle Nazionali azzurre femminile e maschile un ulteriore salto di qualità, gratificante per i rispettivi staff tecnici e atleti, stimolante per il movimento in crescita di numeri e viabilità.
Sul podio iridato femminile le ragazze del Ct Alessandra Campedelli si sono guadagnate una splendida medaglia d’argento aggiunta in bacheca al titolo di campionesse d’Europa 2019.
Nella finale con la fortissima Turchia le azzurre che hanno fatto conoscere al mondo intero l’inno di Mameli in lingua dei segni hanno giocato punto a punto cedendo solo al quinto set: 2-3 (23-25/22-25/25-18/25-22/13-15).

Festa grande anche nel ritiro dell’Italia maschile al termine della finalina vinta 3-0 (25-16, 25-16, 25-14) con la Francia in cui la squadra diretta da Matteo Zamponi ha conquistato una medaglia di bronzo storica, attesa da 16 anni.

Nell’anno magico per lo sport italiano le due squadre Nazionali di volley hanno messo anche la loro firma, come ha sottolineato il primo tifoso, Direttore del Pio Istituto dei Sordi di Milano, Stefano Cattaneo.

“Siamo orgogliosi di aver portato fortuna alle azzurre e agli azzurri – le parole di Cattaneo – che abbiamo ospitato nel raduno pre mondiale di Varese organizzato grazie al contributo della Fondazione Vodafone. Ormai è palese il ruolo di portafortuna del nostro Istituto impegnato senza risparmio nella promozione delle discipline comprese nella Federazione Sport Sordi Italia che ora vedono  giustamente sotto i riflettori il volley ma a breve, dal 15 al 23 ottobre ancora in Italia, a Pescara, faremo il tifo per le due rappresentative del basket in campo ai rispettivi campionati europei”.