L’ Amca Varese vince a Gradisca e mette una mano sulla serie A

0
66
Nordest Castelvecchio – Amca Elevatori Handicap Sport Varese 76-82
(20-23, 37-44, 60-66)
Nordest: Braida, Ambrosetti 10, Cappellazzo, Fiorino, Benedetti 10, Dal Ben 14, Sejmenovic 26, Vitalios, Querci, Kuduzovic 14, Arh 2, Marotta.
Amca Elevatori: Pedretti 34, Sala 1, Molteni 7, Diene 2, Fiorentini, Roncari 22, Silva 16, Biaye.
L’ Amca Elevatori espugna il campo di Gradisca e prenota un posticino nel campionato di serie A 2022/23. L’impresa della squadra varesina è eccezionale ma ancora non conclusa: lo scarto di sei lunghezze, infatti, non garantisce assolutamente in vista della partita di ritorno in programma sabato prossimo a Varese e che sarà dunque decisiva per il verdetto finale; però la vittoria conquistata in terra goriziana fa sì che ora il pronostico sia decisamente dalla parte biancorossa.
Onore a entrambe le squadre, che hanno disputato 40 minuti di elevatissimo contenuto tecnico, confermando di meritare questa ghiotta chance di riconquistare la massima serie nazionale (per entrambe le società sarebbe un ritorno).
L’Amca ha avuto a più riprese in mano la partita, anche con una decina di punti di margine conquistati subito dopo l’intervallo lungo (45-55 al 24′); ma i friulani sono poi rientrati di prepotenza (60-60 al 28′) e da quel momento il match è rimasto in pressoché totale equilibrio sino all’ultimo minuto, quando Pedretti (primo attore in attacco con 34 punti realizzati) e Silva hanno mandato a bersaglio i canestri della vittoria. Da sottolineare anche la eccellente prova offensiva di Roncari (nella foto), ancora una volta grande protagonista. Ma, come sempre, anche questa volta la vittoria dell’Amca (l’undicesima stagionale, senza alcuna sconfitta) è stata di gruppo, con Diene, Formentini, Molteni e Sala a sostenere, soprattutto in difesa e non solo in attacco, il grande lavoro offensivo dei frombolieri.
Ora l’attenzione si sposta tutta sul match di ritorno di sabato 21 maggio (ore 16) nella palestra del CUS dell’Università dell’Insubria. La Nordest non è certo domata, possiede qualità e un roster molto “lungo” e può dunque creare ancora difficoltà agli uomini di Fabio Bottini. Che ne saranno perfettamente consapevoli.
Info: Fipic