Real Eyes Sport: nasce la squadra di calcio a 5 ipovedenti

0
1025

L’ Associazione Real Eyes Sport ha dato il via all’ennesimo progetto dedicato alla promozione dell’attività sportiva per persone cieche e ipovedenti.

Locomotiva della nuova realtà di calcio a 5 ipovedenti è ancora una volta del campione di sci nautico paralimpico Daniele Cassioli, presidente dell’associazione sportiva gallaratese.
In squadra con le società di calcio a 5 Carioca di Cardano al Campo e Ellesse di Gallarate, allenata dai tecnici milanesi Angelo Bonura dell’Alcione e Mirko Leoni dell’Aldini, primo obiettivo la partecipazione alla Coppa Italia programma a metà giugno.
“Quando sono stato contattato per questo progetto – racconta Angelo Bonura – ho dato da subito la mia disponibilità con entusiasmo. A 25 anni dall’ inizio della mia carriera da allenatore questa nuova e stimolante avventura mi arricchirà sicuramente“)

L’entusiasmo e la determinazione di Bonura ha contagiato il collega Mirko Leoni.
“Al pari di Angelo – dice Leoni – considero questa opportunità una grande occasione per crescere come tecnico e come persona. Una di quelle esperienze che la vita ti offre e da prendere al volo. Orgoglioso di far parte di questo gruppo che con Cassioli condivide il progetto di promozione e di reclutamento di nuovi tesserati.

Stoppato l’anno scorso dalle regole relative alla pandemia del Covid-19, il progetto calcio a 5 di Real Eyes segue ora il quello dedicato all’ atletica, Spazio al Gesto,
in continuo sviluppo in diverse regioni, prossimo appuntamento sabato 18 maggio a Padova, oltre al Camp Estivo 2020, quest’anno in programma ancora a Tirrenia dal 12 al 19 giugno,  oltre ad una lunga serie di iniziative ed eventi rivolti a bambini ciechi e ipovedenti distribuite sull’intero territorio nazionale.

“Questa di Real Eyes Sport si sta confermando giorno dopo giorno una grande e stimolante avventura – dice Cassioli – Con la squadra di calcio a 5 ci affacciamo per la prima volta nel mondo della competizione e lo facciamo con impegno e serietà.
I nostri tesserati sono seguiti in ogni aspetto, tecnico e medico. Vogliamo fortemente che chi gioca con noi sia da stimolo alle fasce d’età più giovani perchè l’avviamento alla pratica sportiva, di per se già utile a far uscire i bambini, tutti i bambini, di casa, acquista ancora più significato se è accompagnata da storie e persone che possano ispirare sempre più famiglie dei nostri numerosissimi tesserati e non solo, convincendole di quanto lo sport sia lo strumento ideale per educare e crescere i propri figli”.