Baseball ciechi : Lampi e Thunder’s Five onorano il “Memorial Levantini”

0
202

L’ ultimo sabato di “preseason” del baseball ciechi ha visto disputarsi la seconda edizione del “Memorial Levantini”. 

A distanza di due anni causa pandemia il diamante Kennedy tornava a ricordare l’indimenticabile primo presidente dei Lampi Milano nonché uno dei giocatori più generosi e talentuosi del baseball per ciechi.

In una splendida giornata dalle temperature da primavera inoltrata, ad aprire il programma dell’evento sono stati gli interventi di Alessandro Selmi (Presidente Milano 1946), Alberto Mazzanti (Presidente AIBXC e LIBCI) e Jean Zucca (Presidente Comitato Regionale FIBS Lombardia), con il coordinamento dello speaker d’eccezione Maurizio Scarso, supportato dai giornalisti esperti in sport paralimpici Claudio Arrigoni (“La Gazzetta dello Sport”) e Lorenzo Roata (RaiSport). Al termine di un minuto di silenzio con le squadre schierate, l’indimenticabile numero 20 dei Lampi è stato ricordato con una cerimonia molto suggestiva, attraverso il lancio di una serie di palloncini bianco-blu con la scritta “Il Leva 20”.

Le due compagini milanesi si affrontavano in una partita di soli 5 inning con Emanuele Monti (Presidente Commissione sanità e politiche sociali della Regione Lombardia) che consegnava la prima pallina al lead off dei Thunder’s Five Milano Radouane El Hachimi. Partita avvincente e tirata come da tradizione, con le due squadre che si davano battaglia senza esclusione di colpi tra senatori mai domi e nuove facce in cerca di un posto sotto i riflettori. La ruggine dell’inverno si faceva sentire con qualche tiro sbagliato in seconda base e qualche errore di corsa. Thunder’s in vantaggio nella parte alta del terzo inning con Nesossi, ma Capitan Comi e compagni ribaltavano il risultato nella parte bassa della quarta ripresa. Definitivo 2 a 2 messo a referto dalla compagine del Presidente Dragotto, con l’inossidabile Dedaj spinta a casa dall’evergreen Cusati all’inizio del quinto inning senza che gli avversari riuscissero a rispondere nella medesima ripresa.

I circa 200 spettatori hanno potuto fruire nel complesso di un gradevole spettacolo con l’attacco Thunder’s sempre temibile e la difesa Lampi in rodaggio ma già trascinata da un Allegretta in forma Campionato.

A seguire si è svolta una partitella a ranghi misti con 6 ragazze dell’Under 18 del Milano 1946 Softball, che si sono equamente divise in due squadre insieme agli atleti ipo e non vedenti. Alcuni giocatori della prima squadra di Baseball del Milano 1946 si sono cimentati nel battere le palette, guidando le ragazze bendate e gli atleti sulle basi.

La prima pallina dell’incontro è stata data a Giuseppe Allegretta dalla Prof.ssa Raffaella D’Amore, Dirigente Scolastica dell’Istituto di Istruzione Superiore “Marie Curie – Piero Sraffa”.

Al termine delle due gare si è svolta la premiazione, con gli interventi dei presidenti delle squadre milanesi di BXC Allegretta e Dragotto che, uniti al Presidente Selmi, hanno ribadito l’importanza del progetto “Baseball for all”, per il quale è stata da poco lanciata una raccolta fondi a cui si può contribuire donando attraverso il seguente link:  https://gofund.me/95e67965

A questi si sono aggiunti gli interventi di Adriano Chiesa (manager dei Thunder’s Five Milano e tra i primi promotori del progetto), Silvia Fossati (Presidente del Municipio 7 del Comune di Milano), Alberto Piovani (Presidente UICI Milano), Pierangelo Santelli (Presidente CIP Lombardia) ed Adele Patrini (Consigliera regionale FIBS Lombardia delegata per lo sport paralimpico).

La cerimonia si è conclusa con le parole di Francesco Levantini (fratello di Claudio), nella speranza che il sogno del primo campo di baseball per ciechi possa presto diventare realtà.

Servizio TGR RAI Lombardia