Per l’Italia basket Fisdir II1 un battesimo varesino con Luis Scola!

0
386

E’ arrivato sul parquet di Masnago un totem del basket mondiale come Luis Scola a benedire il primo raduno della nazionale di basket Fisdir II1 organizzato a Varese dal Vharese della Presidentessa Anna Sculli.

Per i 12 azzurri impegnati in allenamento un’accoglienza di prestigio da parte di “El General” con annessi gadget particolarmente apprezzati.

“Siamo estremamente felici di ospitare nel nostro palazzetto il raduno della Nazionale di basket Fisdir II1 – le parole di Scola, Amministratore Delegato della Pallacanestro Varese – Questi ragazzi illuminano la nostra giornata e sono una grande fonte di ispirazione. Speriamo di poterli rivedere presto per altre altre occasioni e di averli ospiti ad una nostra partita”.

Altrettanto felice e serena la presidentessa biancorossa Anna Sculli.  

“Organizzare un raduno con un preavviso così ravvicinato ci preoccupava non poco – dice  Sculli – Ma come sempre, l’entusiasmo dei ragazzi prima, durante e adesso è l’antidoto più efficace contro ogni problema. In momenti così difficili come questo che sembra non aver fine abbiamo avuto la conferma di poter contare su persone fantastiche.
Alla grande disponibilità di Max Ferraiuolo e Raffaella De Mattè della Pallacanestro Varese si è aggiunta quella di un grande del basket come Luis Scola. Poi il Cus Insubria, l’azienda Cimberio che ci ha permesso di restituire massima efficenza ai nostri due pulmini e non ultimi i nostri genitori con i volontari e i tecnici. Trattandosi di una prima volta non è mancata l’emozione che ci riporta ai valori con i quali ormai più di quindici anni fa è nato il Vharese: attenzione per gli altri, passione, emozione”.

Per i 12 azzurri tre allenamenti in due giorni nei quali lo staff tecnico guidato da Coach Giuliano Bufacchi (al centro nella foto a destra), assistito da Andrea Tavian e Cristiano Mocci, ha potuto conoscerli più a fondo e riprogrammare un categoria al palo da 10 anni.

“Questa due giorni nasce per la volontà di Fisdir di tornare a partecipare all’attività internazionali della Virtus (World Intellectual Impairment Sport) divisa in tre categorie: ii1,ii2 e ii3. 

L’ultima apparizione dell’Italia risale ai Global Games del 2011 dove i risultati furono molto deludenti.

La ricerca di giocatori per competere a livello internazionale non è facile, ma seguendo l’attività del Vharese che da anni ha un gruppo di ragazzi validi, abbiamo pensato di invitarli ai Campionati Italiani per testarli in un paio di amichevoli. Da lì è generata la decisione di un vero e proprio raduno nazionale di categoria con l’obiettivo di partecipare al Campionato Europeo programmato nell’estate 2022”.

Considerazioni?

“La prima è il gran numero di indicazioni ricevute, in primis dai miei assistenti Cristiano Mocci e Andrea Tavian con i quali c’è stato subito grande affiatamento e armonia, in campo e fuori. I ragazzi hanno affrontato questa nuova esperienza con serietà e applicazione, dimostrando attaccamento alla maglia azzurra e impegno massimo per realizzare il sogno di vestirla in campo internazionale.

Tecnicamente la squadra è ben equilibrata e riusciamo a coprire tutti i ruoli. Certo, la strada da percorrere è ancora lunga ma la base di partenza composta da questo gruppo, capace di trovare in soli due giorni coesione e affiatamento, è ottima sotto ogni aspetto”.

Questi i convocati del primo raduno basket Fisdir II1: Stefano Arsena, Omar Carobene, Boubacar Diarra, Matteo Galli, Sergne Saliou Gassama, Kevin Menegatti, Julio Beiman Tagliasacchi e Vincenzo Virardi (Vharese), Banca Abdolafit (Asd Acquerello Piacenza), Davide Bollini (Atletica Malnate), Ajoub Bouraja (Ph Biellese), Tobia Lombardi (Polisportiva Hyperion Latina).
Foto Marco Guariglia
Info: www.fisdir.it – www.vharese.it