L’Italia paralimpica è in gara a Tokyo e …succede un 48!

0
79

“Succede un 48” è un detto popolare usato per descrivere un momento di caos, di confusione. Per l’Italia paralimpica è diventato il ritornello di giornata per il numero di medaglie raggiunto (12 oro, 19 argento, 17 bronzo) e il “caos benefico” che stanno generando in ogni gara, in ogni disciplina che li vede protagonisti. 

Oggi le medaglie sono cinque: nel nuoto oro nei 100 stile del magico Antonio Fantin, bronzo della splendida Xenia Francesca Palazzo. Nel ciclismo l’argento dell’eterno Luca Mazzone e il bronzo della spettacolare Katia Aere. Nel tennistavolo il bronzo della coppia Michela Brunelli e Giada Rossi.
L’Italia di Sitting Volley ha concluso la sua avventura a Tokyo cedendo al Brasile (1-3). Una bella favola quella per le ragazze del CT Ribeiro che arricchisce ogni singola giocatrice e l’intero movimento in grande crescita. Nel tiro con l’arco Asia Pellizzari si è fermata ai quarti mentre nell’atletica Marco Cicchetti conclude al sesto posto nel salto in lungo mentre nel tiro a segno Andrea Liverani è ottavo, Pamela Novaglio quattordicesima e Jacopo Cappelli trentunesimo.
Programma Gare
CIP
FINP
Twitter 
Instagram 
Facebook 
YouTube
Medagliere
Sito World Para Swimming
https://www.paralympic.org/swimming